ALINE

Aline, Valérie Lemercier celebra la vitalità e la voce di Céline Dion

Dopo il debutto internazionale al 74° Festival di Cannes e dopo il passaggio in chiusura al 39° Torino Film Festival, giovedì 20 gennaio uscirà nelle sale cinematografiche italiane Aline – La Voce Dell’Amore, il film diretto e interpretato da protagonista da Valérie Lemercier ispirato alla vita di Céline Dion, una delle cantanti più famose di sempre. Il film, campione di incassi in Francia con oltre un milione di biglietti venduti al botteghino, vede nel cast (tutto quebecchese): Sylvain Marcel, Danielle Fichaud, Roc Lafortune, Antoine Vézina, Pascale Desrochers e Jean-Noël Brouté.

Il film

La protagonista della storia è Aline (Valérie Lemercier), nata con il dono di una voce straordinaria. Quando il produttore musicale Guy-Claude (Sylvain Marcel) la ascolta per la prima volta, si prefigge un unico scopo: fare di Aline la più grande cantante del mondo. Sostenuta dalla sua famiglia e guidata dall’esperienza e poi dall’amore crescente di Guy-Claude, Aline vivrà un destino straordinario.

L’intuito di René

L’idea di fare un film sulla vita della Dion a Valérie Lemercier, che ha anche scritto il film a quattro mani con Brigitte Buc, l’ha avuta nel 2016, dopo la morte del compagno della cantante, l’imprenditore e manager René Angélil. Fu lui a vedere lungo la prima volta che conobbe la sua futura moglie, una delle voci femminili più belle di sempre nella storia della musica. Aveva solo 12 quando scrisse la sua prima canzone Ce n’était qu’un rêve (Non è Stato Altro Che Un Sogno, la compose con l’aiuto di sua madre e di suo fratello Jacques). Appena la sentì cantare, René capì immediatamente che si trovava davanti ad un talento unico.

Valérie Lemercier e Sylvain Marcel

Valérie Lemercier e Sylvain Marcel

La vitalità di Céline-Aline

Nel film vediamo Valérie Lemercier interpretare la Dion – che qui si chiama Aline Dieu (letteralmente “dio”, e quindi “divina”): la cantante non ha infatti autorizzato questo biopic – dalla prima infanzia fino a quando è ormai una cinquantenne. Artista straordinaria e donna raffinata, Céline ha sempre ispirato Valérie che le ha prestato il volto ma non la voce (nelle sequenze di canto è stata doppiata da Victoria Sio, tra le celebri interpreti del musical Le Roi Soleil). “Volevo fare un film sul suo mondo – ha dichiarato la Lemercier – e qualsiasi cosa si veda di lei è sempre divertente, anche le cose tristi riesce a trasformarle in spettacolo, è estremamente affascinante: spero che Céline possa vedere il film e spero che le piacerà vedendo la cura che tutti abbiamo messo per valorizzare lei, la sua vitalità, la sua comicità”.