sinister-2

Bughuul torna a farsi sentire con Sinister 2

Sinister 2 è il secondo agghiacciante capitolo diretto da Ciarán Foy dell’acclamato film horror uscito nel 2012. Dopo gli eventi sconvolgenti del primo episodio (con protagonista Ethan Hawke), lo spirito malvagio di Bughuul continua a farsi sentire con un’intensità spaventosa. Questa nuova storia, al cinema dal 3 settembre, è una corsa contro il tempo per salvare una famiglia evitando che diventi vittima della furia omicida dello spirito malvagio di Bughuul e dei suoi piccoli soldati: i bambini fantasma.


Dylan e Zach Collins, due fratelli gemelli di 9 anni (interpretati dai fratelli Robert e Dartanian Sloan) sono stati segretamente portati dalla madre iperprotettiva Courtney (Shannyn Sossamon) in una casa di campagna dell’Illinois. La casa si trova in un luogo sufficientemente isolato per stare alla larga da Clint (Lea Coco), il marito da cui Courtney si è separata, che in passato ha abusato di lei e di Dylan. Ma questa madre protettiva non sa che la storia della casa è segnata da morti violente. Ma il vicesceriffo senza nome (James Ransone), ora investigatore privato, ha capito che la casa in cui si è nascosta la famiglia ben presto si trasformerà nel luogo d’azione di Bughuul.

Deciso a vendicare la tragedia di cui era a conoscenza quando lavorava come agente di polizia, l’investigatore So & So fa visita alla casa per distruggerla, pensando così di porre fine alla nefasta opera omicida di Bughuul. Quando trova Courtney e i gemelli, capisce che Clint li sta minacciando ed è deciso a intervenire per salvarli prima di sferrare un piano d’attacco contro Bughuul. Quello che Courtney e l’agente So & So non sanno è che Dylan è già sotto l’influenza dei bambini fantasma e dei loro “filmini” inquietanti, uno più spaventoso dell’altro.

1

Oltre al successo inaspettato al botteghino, Sinister, uscito nel 2012, ha ottenuto l’approvazione della critica e ha ricevuto numerosi riconoscimenti nel corso di vari festival cinematografici. Il film ha funzionato su due livelli, come ha commentato il produttore Jason Blum: “da un lato si trattava di un film horror; ma all’interno di questo film horror molto commerciale si celava un dramma indipendente sulla difficoltà di scegliere tra la carriera e la famiglia”.

Sinister è un film horror che narra della visione di film horror: “questo fatto è molto più inquietante di quanto immaginassi – continua Blum – nel sequel, questi filmini amatoriali sono diventati molto più di una presenza consapevole: Bughuul rapisce le anime dei bambini costringendoli a realizzare film spaventosi (omicidi in nome dell’arte) che sono un elemento fondamentale della trama”.

2

Per la regia di Sinister 2 è stato reclutato Ciarán Foy che entra così a far parte del team di Sinister poiché “la storia riprendela leggenda di Bughuul, da cui aveva tratto le mosse il primo film”. A differenza di Ellison, il personaggio interpretato da Ethan Hawke nel primo film, Shannyn Sossamon, che interpreta Courtney in Sinister 2, è ignara del fatto di aver portato i suoi bambini in una casa dove sono stati commessi omicidi efferati.

Ed è proprio attraverso gli occhi di uno dei gemelli che il pubblico scopre dell’esistenza dei bambini fantasma protagonisti dei filmini che Dylan guarda. L’ambientazione è simile, ma questa volta lo spettatore assiste allo svolgersi degli eventi. Nella trama sono presenti di nuovo cinque bambini fantasma, diversi da quelli del primo film, in quanto collegati a un altro omicidio, i quali entrano in contatto con Dylan sin da subito.

3

Nella trama di Sinister era presente un elemento ricorrente che ritorna anche nei filmini amatoriali: la presenza di un’oscura divinità pagana risalente ai tempi dei babilonesi chiamata Baghuul, il divoratore di bambini, secondo la mitologia, una divinità delle tenebre che si nutre delle anime dei bambini per restare immortale: “Bughuul è un’entità “conosciuta”, gli abbiamo semplicemente messo una cinepresa addosso”, ha affermato impassibile il regista Ciarán Foy.

“Questa volta guardare gli eventi attraverso gli occhi dei bambini sarà ancora più agghiacciante e inquietante”

Ciarán Foy