mr-ove-0

Burbero ma pieno di cuore, il Mr. Ove di Hannes Holm

Tratto da L’Uomo Che Metteva in Ordine il Mondo, il best-seller dello svedese Friedrik Backman, martedì 31 ottobre esce al cinema Mr. Ove, il film svedese scritto e diretto da Hannes Holm che è stato candidato a 2 premi Oscar, per il Miglior Film Straniero ed il Miglior Make Up ed ha vinto l’EFA come Miglior Commedia Europea. Protagonista della storia è Ross Lassgård.


Ove (Ross Lassgård) è un burbero cinquantanovenne che molti anni prima ricopriva il ruolo di Presidente dell’Associazione dei condomini. A lui però non importa niente di essere stato sollevato dall’incarico e continua a sorvegliare con piglio poliziesco tutto il quartiere. Operaio da 43 anni presso le industrie Saab, Ove viene mandato in pensione e da quel momento, senza nulla da fare, con il suo atteggiamento molesto finisce per causare ancora più ostilità nel vicinato.

Ogni mattina alle 6.30 Ove si alza per condurre la sua ispezione poliziesca del quartiere e assicurarsi che le regole siano rispettate, che tutto sia in ordine. Ce l’ha un po’ con tutti nel quartiere: con chi parcheggia l’auto fuori dagli spazi appositi, con chi sbaglia a fare la differenziata, con la tizia che gira con i tacchi alti e un ridicolo cagnolino al guinzaglio, con il gatto spelacchiato che continua a fare la pipì davanti a casa sua.

mr-ove-1

Ma l’arrivo di Parvaneh (Bahar Pars), la nuova vicina di casa, iraniana che si è trasferita da poco ad abitare, con il marito e i due figli, nella casa difronte aprirà poco per volta la mente di Ove, restituendocelo come il miglior “nonno” che un nipote possa desiderare.

E attraverso i flashbacks, scorrono le immagini del viaggio di Ove lungo la vita e della sua storia d’amore con la moglie Sonia (Ida Engvoll), portata via da una malattia. L’amore che ha per la lei e il desiderio di raggiungerla lo spingerà anche ad un goffo tentativo di suicido. Ma i suoi tentativi falliscono sempre miseramente, interrotti continuamente dai vicini che hanno bisogno del suo aiuto. Scopriamo così che dietro la rudezza di Ove, si nasconde un uomo di gran cuore, con un profondo senso di giustizia.

mr-ove-2

Il regista Hannes Holm si è voluto concentrare sull’aspetto sentimentale della storia: “nel personaggio di Ove possiamo tutti riconoscere qualcuno che conosciamo, che vive accanto a noi, il proprio padre, o il nonno, un fratello o uno zio. Attraverso il suo sguardo, le persone e le situazioni che lo circondano, ci appaiono in una doppia luce, comica e drammatica”.

“Mr. Ove è un film sulla vita, un viaggio tra le risate e le lacrime”.

Hannes Holm