JW Rinzler 0

C’è chi inventa universi, e chi li racconta: addio Jonathan Will Rinzler

Lo scorso 28 luglio ci ha purtroppo lasciato Jonathan Will Rinzler, autore particolarmente apprezzato per la maestria nel raccontare i dietro le quinte delle più grandiose saghe cinematografiche. Star Wars, Indiana Jones e Alien: ci ha regalato davvero un grande contributo in tutti questi eccezionali universi narrativi!

Jonathan Will Rinzler

Jonathan Will Rinzler

Classe 1962, Rinzler è entrato nello staff dell’allora LucasBooks nel 2001, ricoprendo il ruolo di Executive Editor, lavorando sempre a strettissimo contatto con George Lucas. Nel corso della sua carriera ha scritto e curato oltre 25 libri, principalmente nell’universo di Guerre Stellari. Tra tutti, i cosiddetti “Making of” della trilogia originale sono un capolavoro inestimabile per ogni fan del franchise, così come il più recente dedicato a Rogue One oppure anche la due raccolte di storyboard dei film, piccoli gioielli che non possono mancare in ogni libreria da vero cinefilo. Con Lucas, Rinzler ha anche contribuito ad alcune sceneggiature degli episodi delle serie Clone Wars, mentre dell’universo LucasFilm-Spielberg ha realizzato The Complete Making of Indiana Jones, grandiosa ricostruzione della saga che introduce, arricchisce e affascina con chiarezza. Ma anche i volumi dedicati ad Alien e Il Pianeta Delle Scimmie sono opere imperdibili. Nella sua bibliografia troviamo anche un romanzo autonomo, All Up, e la biografia del produttore cinematografico Howard Kazanjian, in uscita tra qualche mese.

 “Nella sua natura gentile e contemplativa coglievi lo scintillio nei suoi occhi, gli ingranaggi in movimento per una nuova idea, il tranquillo fervore per un nuovo dettaglio dei suoi libri“, così lo ricorda Lucas, sintetizzando perfettamente la sua eredità: “Le opere che ha lasciato sono pietre miliari di tempi e luoghi che ognuno di noi può ricordare e apprezzare a modo suo“.

Jonathan Will Rinzler con George Lucas

Jonathan Will Rinzler con George Lucas

Rinzler ha trascorso gli ultimi giorni nella sua casa ad Albion in California, ormai sconfitto, a soli 58 anni, da un tumore al pancreas. Nel 2020 la pagina sulla piattaforma di donazioni GoFoundMe aveva prontamente raccolto la somma prefissata per coprire una parte delle spese mediche a carico della famiglia. “Non ho parole per descrivere quanto sia commovente vedere tutto questo sostegno per mio padre e la mia famiglia” ringraziava la figlia Sarah, insieme alla sorella Judith e al moglie Genevieve. Un segno tangibile della popolarità e dell’affetto dei fan nei confronti della sua figura. Un personaggio noto ma discreto, fondamentale per la creazione del nostro immaginario cinematografico. A nome di tutti, grazie Jonathan!

Enrico Banfo