Ghosturbers

Cleanin’ Up The Town, in home video il documentario definitivo su Ghostbusters

Dal 10 settembre 2020 – distribuito da Koch Media – sarà disponibile  in home video, sia in Dvd che in Blu-ray, Cleanin’ Up The Town: Remembering Ghostbusters,  il documentario diretto da Anthony Bueno che, con otto anni di lavoro e con oltre settanta interviste al cast e alla troupe, racconta in modo definitivo la storia e il dietro le quinte di due film che hanno fatto la storia del cinema, Ghostbusters e Ghostbusters 2, entrambi diretti da Ivan Reitman.

Da sinistra a destra: Harold Ramis, Ernie Hudson, Bill Murray e Dan Aykroyd

Da sinistra a destra: Harold Ramis, Ernie Hudson, Bill Murray e Dan Aykroyd

Ghostbusters, il primo colossal paranormale

È giovedì 7 giugno del 1984 quando ad Hollywood va in scena, alla presenza del cast, la prima di un film che farà epoca. Si tratta di Ghostbusters di Ivan Reitman, che approda sul grande schermo per la gioia degli spettatori americani. In Italia dovremo aspettare pazientemente il 21 novembre 1984 per vederlo in sala. Il film, considerato il primo vero colossal paranormale, vede tra i suoi protagonisti diversi attori provenienti dalla popolare trasmissione televisiva Saturnday Night LiveDan Aykroyd, Bill Murray, Harold Ramis Rick Moranis. Nel cast anche una magnifica Sigourney Weaver. Una commedia esilarante che racconta la storia di un gruppo di scienziati che decide di aprire a New York un’agenzia di acchiappafantasmi. Questi quattro dottori di parapsicologia sono Peter Venkman (Bill Murray), Raymond “Ray” Stantz (Dan Aykroyd),  Egon Spengler (Harold Ramis), e Winston Zeddemore (Ernie Hudson). Una squadra d’azione alle prese con fenomeni paranormali newyorchesi anche utilizzando strumenti di avanguardia tencologica (da loro sviluppati) come lo zaino protonico e la mitica ghost-trap per catturare i fantasmi.

Gli acchiappa-fantasmi in azione

Gli acchiappa-fantasmi in azione

Un successo planetario

Ghostbusters fu un successo planetario capace di travolgere il botteghino incassando oltre 400 milioni di dollari (per l’esattezza circa 434 286 000) e inondando il mercato con magliette, gadget, cuscini, giochi, tazze personalizzate. Pure la colonna sonora fu un successo: il singolo Ghostbusters firmato da Ray Parker Jr entrò infatti nelle chart di mezzo mondo rimanendo per 3 settimane alla vetta assoluta alle classifiche USA. Un fenomeno tale che, all’uscita del trailer, il numero di telefono dell’agenzia Ghostbusters, che compariva in uno dei frame, venne preso d’assalto: il numero ricevette circa 1000 chiamate all’ora per sei settimane. Chi lo componeva sentiva le voci registrate di Aykroyd e Murray che si scusavano per l’assenza in quanto “a caccia di spettri”. Nel 1989 uscì il sequel (sempre diretto da Reitman) e vennero alla luce anche due serie animate per la Tv. Se alla fine degli anni Ottanta le recensioni della critica internazionale erano ottime, con il passare del tempo il fascino di questa pellicola non è mai venuto meno, tanto che nel 2000 viene nominata tra le 100 commedie  americane più belle di sempre dall’American Film Institute.

Cleaning Up The Town

Cleanin’ Up The Town, il documentario definitivo

Cleanin’ Up The Town: Remembering Ghostbusters è il documentario definitivo sul classico degli anni ‘80 che ha rivoluzionato l’industria cinematografica. Il film include, oltre a materiali inediti, le interviste agli attori delle due pellicole e al regista Ivan Reitman.