last-christmas-0

Il grottesco in bianco e nero nel Last Christmas di Christiano Pahler

Già accolta con favore e apprezzata dai principali festival nazionali ed internazionali, il 28 settembre uscirà al cinema Last Christmas, l’opera prima scritta e diretta dal sardo-tedesco Christiano Pahler.


La mattina della vigilia di Natale, la famiglia Mular subisce l’improvvisa perdita della mamma Anna Maria. I due figli della defunta, Antonio (Andrea Bruschi), tornato frettolosamente in Sardegna da Genova, e il fratello Francesco (Gabriele Farci), incapperanno in (dis)avventure rocambolesche pur di dare una degna sepoltura alla loro madre scomparsa, scontrandosi con una burocrazia caotica e improvvisata, mista all’immobilismo che contraddistingue il piccolo paesino. Una giornata surreale e dai toni grotteschi in cui la famiglia Mular verrà messa a dura prova.

L’idea del film a Christiano Pahler è venuta in seguito ad una triste esperienza vissuta in prima persona: “quando è venuta a mancare mia madre sette anni fa – afferma il regista – ricordo che io e mio fratello siamo stati sbattuti da un ufficio all’altro per un bel po’ di tempo, per sbrigare delle pratiche di successione”. Da lì è nata la cinica idea del film: “burocrazia e morte vanno a braccetto, ma tra i temi del film c’è anche quello della famiglia”.

Andrea Bruschi

Andrea Bruschi

Pahler ha deciso di filmare la storia in bianco e nero: “tutte le opere prime che io amo sono state girate in b/n per una questione economica, senza rinunciare alla potenza della storia, raccontando la realtà nuda e cruda, in maniera grezza ma onesta”. Fondamentale è stata poi la scelta della colonna sonora del film: “il cinema è parte integrante della mia vita tanto quanto la musica – aggiunge – così per Last Christmas le influenze musicali variano dal punk rock alla musica orchestrale, con riferimenti autobiografici, soprattutto legati alla mia passione per i Green Day”.

La famiglia Mular del film è seguace della musica di Pippo Franco: “i suoi vinili presenti nel film mi sono stati regalati quando ero bambino dai cugini più grandi. La cosa assurda è che i cinquantenni di oggi qui in paese ne possiedono almeno uno, regalato da chissà quale altro lontano parente. Mi sembrava logico e sensato omaggiarlo nel film perché fa parte della mia cultura popolare”.

Gabriele Farci

Gabriele Farci

Andrea Bruschi interpreta il protagonista: “Antonio richiama in qualche modo i racconti epici in cui il personaggio fa ritorno nel luogo di provenienza dal quale era per qualche motivo oscuro fuggito – spiega l’attore – un po’ come Ulisse che torna ad Itaca e trova la sua casa disgregata”. Ad affiancarlo è Gabriele Farci che, in conclusione, descrive così il film: “dentro c’è un po’ di tutto: l’eroe, la storia d’amore, il buddy movie, l’azione, la famiglia, il mistero”.

“Last Christmas è una commedia grottesca in cui si sorride di una situazione drammatica ma reale, e per questo assurda”.

Gabriele Farci