201de32433_HUMAN_09_Yann_ArthusBertrand_Haiti

Il senso dell’esistenza in Human, il documentario di Yann Arthus-Bertrand

Grande attesa oggi al Lido per la presentazione di Human, il documentario Fuori Concorso del francese Yann Arthus-Bertrand che, attraverso un dittico di storie e di immagini del mondo, immerge il pubblico negli angoli più profondi del genere umano.

human_(3_sur_11)

Attraverso testimonianze piene d’amore, di felicità ma anche di odio e violenza, Human ci permette di confrontarci con l’altro e riflettere sulla nostra vita. Monologhi struggenti e di rara sincerità si alternano a immagini aeree inedite, accompagnate da musiche particolarmente coinvolgenti. Dalla più piccola storia della quotidianità ai racconti di vita più incredibili, questi incontri intensamente toccanti e di rara sincerità mettono in luce ciò che siamo, il nostro lato più oscuro, ma anche ciò che di bello e universale è in noi.

La terra, la nostra terra è sublimata attraverso immagini aeree inedite – accompagnate da musica per esempio operistica – che testimoniano la bellezza del mondo e offrono momenti di respiro e di introspezione. Human è un’opera di impegno che ci consente di abbracciare la condizione umana e di riflettere sul senso della nostra esistenza.

YAB-Human

Sognavo un film in cui la forza delle parole entrasse in risonanza con la bellezza del mondo” ha spiegato Yann Arthus-Bertrand. Mettendo al centro del suo lavoro i mali dell’umanità – la povertà, la guerra, l’immigrazione, l’omofobia – ha operato delle scelte: “scelte di impegno, politiche, ma gli uomini mi hanno parlato di tutto, della loro difficoltà di crescere, dell’amore e della felicità. Questa ricchezza della parola umana è il cuore di Human”.

Leave a Comment