David Bowie Is

Immortale e rivoluzionario, David Bowie Is

Impossibile nasconderlo o far finta di niente. Dal 10 gennaio 2016 il mondo non è più stato uguale a prima. La notizia della morte di David Bowie ci ha lasciati senza fiato e da subito un’ondata di lutto collettivo ha invaso la rete e gli organi di stampa, dando voce a un cordoglio globale che andava ben oltre i confini dell’arte musicale. Eccentrico, provocatore, infaticabile esploratore di nuove frontiere, il duca bianco è stato un artista totale e ha ridefinito i confini della performance musicale e stravolto la forma della canzone.

Dopo aver debuttato al Victoria and Albert Museum di Londra nel 2013 con uno straordinario record di pubblico (sono stati infatti oltre 311.000 i visitatori in pochissimi mesi), ed essere approdata nei cinema di tutto il mondo, torna in sala solo da oggi al 13 luglio (elenco sale su nexodigital.it) David Bowie Is, la mostra più incredibile mai allestita per il più camaleontico artista del rock internazionale di tutti i tempi.

David Bowie Is, girato e diretto da Hamish Hamilton (regista Premio BAFTA degli Academy Awards e della Cerimonia di Apertura dei Giochi Olimpici di Londra 2012), è un viaggio lungo 50 anni di carriera, innumerevoli trasformazioni e personaggi – dal Major Tom di Space Oddity a Ziggy Stardust, dal Thin White Duke di Station to Station al diafano post-rocker di Heroes fino ai trionfi di Let’s Dance e del più recente The Next Day – eccentrici costumi di scena e una colonna sonora composta di canzoni che hanno fatto la storia del rock.

TOUT_Bowie

David Bowie Is è una mostra che espone oltre 300 oggetti che includono filmati, fotografie, testi scritti a mano, storyboard per i video, bozzetti di costumi e scenografie. Un patrimonio di memorabilia legati al mondo di un uomo che è stato in grado di cambiare la nostra cultura, dalla musica alla moda, dalle performance al design.

Descritta da The Times come “elegante e oltraggiosa” e da The Guardian come “un trionfo“, la mostra su Bowie – curata da Victoria Broackes e Geoffrey Marsh del Dipartimento di Teatro & Performance V & A – è stata un successo clamoroso in patria dove i biglietti sono andati a ruba come mai nella storia del V & A Museum. Il film accompagna il pubblico in un viaggio attraverso le sale dell’esposizione con ospiti molto speciali, tra cui il leggendario stilista giapponese Kansai Yamamoto e il front-man dei Pulp Jarvis Cocker, per esplorare le storie che si nascondono dietro ad alcuni dei più begli oggetti esposti.

David-Bowie-40-anni-di-Ziggy-Stardust-l-alieno-sessualmente-ambiguo_h_partb

L’esposizione David Bowie Is – che potremo visitare dal 14 luglio al 13 novembre 2016 nelle sale del MAMbo di Bologna – celebra la prodigiosa carriera di David Bowie e la sua inesauribile capacità di reinventarsi senza mai tradire se stesso e il suo pubblico. Il percorso si articola attorno a una serie di contenuti “multimediali” che permettono al visitatore di rivivere il processo creativo di Bowie e di capire con quale cura e studio il suo lavoro fosse capace di rielaborare la lezione dei protagonisti del teatro, della danza, dell’arte figurativa del Novecento, facendo confluire nelle sue canzoni ed esibizioni correnti e tendenze di discipline confinanti – come l’arte orientale, la fantascienza, la cabala, la danza, la moda.

“Per me la musica è il colore. Non il dipinto. La mia musica mi permette di dipingere me stesso”

David Bowie