Jack Black stars in Columbia Pictures' "Goosebumps."

Jack Black nei panni di R.L. Stine in Piccoli Brividi

Jack Black stars in Columbia Pictures' "Goosebumps."

Esce oggi al cinema Piccoli Brividi, il film diretto da Rob Letterman ispirato alla celebre saga di romanzi horror per ragazzi ideata da R.L. Stine negli anni ’90. Jack Black vestirà i panni dell’autore-scrittore, alle prese con i mostri creati dalla sua stessa penna che prenderanno il sopravvento nella realtà.


Il teenager Zach Cooper (Dylan Minnette), è seccato perché deve lasciare New York per trasferirsi in una piccola cittadina di provincia. In poco tempo, però, riesce ad inserirsi nel nuovo ambiente, soprattutto dopo aver fatto amicizia con la bella Hannah (Odeya Rush), sua vicina di casa, e con Champ (Ryan Lee). Ma come si sa, non tutto fila sempre liscio, e così, dopo aver saputo che il misterioso padre di Hannah è R.L. Stine (Jack Black), autore della serie bestseller Piccoli Brividi, Zach inizia a notare che nella casa dei vicini accadono cose strane.

Ben presto, scopre che Stine custodisce un segreto preoccupante: le creature che lo hanno reso celebre sono effettivamente reali, e Stine protegge i suoi lettori tenendoli intrappolati nei libri. Quando queste creature vengono per sbaglio liberate dai manoscritti la vita di Zach prende una brusca piega. Durante una notte folle e avventurosa, Zach, Hannah, Champ e Stine dovranno unire le proprie forze per mettere in salvo la città, ritrovare tutti i personaggi della fantasia di Stine – compreso Slappy il pupazzo ventriloquo, la Ragazza con la maschera dannata, gli Gnomi e tanti altri – e reinserirli nei libri dove dovranno rimanere.

Jack Black

Jack Black

La casa editrice Scholastic ha venduto più di 400 milioni di volumi della saga Piccoli Brividi (Goosebumps) a livello internazionale, da quando la serie bestseller fu introdotta nel 1992 con gran successo di critica. Tradotta in ben 32 lingue, la saga, composta da circa 200 titoli, ha dominato le classifiche di libri in tutto il mondo e l’autore, R.L. Stine, è riconosciuto come uno dei più maggiori scrittori della letteratura per bambini.

Alla fine, tra le centinaia di storie scritte, non ne è stata scelta nessuna in particolare. Sullo schermo è finito lo stesso Stine accompagnato da dozzine delle sue famose creazioni. I filmmaker hanno voluto ricreare nel film lo stesso mix di avventura, divertimento e brividi della saga, come spiega lo stesso Stine: “per me il fulcro era uno solo, avere la stessa proporzione di paura e umorismo che c’era anche nella collana”. Le risate sono necessarie, come pure la paura e l’azione: “ho sempre chiamato questa collana le paure sicure, perché i ragazzi sanno cosa aspettarsi: anche durante la più paurosa delle avventure, si sentono comunque al sicuro”.

Jack Black, Odeya Rush e Dylan Minette

Jack Black, Odeya Rush e Dylan Minette

Il tono del film è stata la parte più importante e più difficile da realizzare per Rob Letterman: “adoro i vecchi film Amblin e questo perché sono molto realistici: tutti i protagonisti hanno problemi comuni con cui i nostri giovani spettatori possono identificarsi”. E poi, di punto in bianco, arriva “qualcosa di sovrannaturale o magico, e si innesca una storia coinvolgente, perché il mondo nel quale si è innescato era reale: è stato questo il punto di partenza del film che per me era importante rispettare”.

Accanto a Black, i filmmaker hanno voluto diverse delle creature di fantasia di Stine. Dove possibile, hanno voluto creare i mostri dal vivo, grazie al lavoro del reparto trucco e degli effetti speciali: “qualunque mostro potessimo creare dal vivo, l’abbiamo realizzato – prosegue il regista – in mezzo a questi, vi sono alcune creazioni digitali e qualche mostro ibrido, ma sapevamo di voler lavorare il più possibile con mostri veri”. Letterman non voleva che sembrassero dei cartoni animati o dei burattini: “sapevo che avere i mostri davanti avrebbe anche aiutato la performance degli attori, e questo in effetti dà al film nel suo insieme un ottimo equilibrio: sembra che la magia dei libri prenda vita”.

Dylan Minnette; Jack Black; Odeya Rush; Ryan Lee

Il film ruota intorno al personaggio principale di R.L. Stine interpretato da Jack Black: “la parte più divertente del mio personaggio è la sua vanità ed il suo orgoglio per i suoi risultati, Stine è il tipo che si alza in piedi per ricordare agli altri che lui è meglio di loro: ho cercato di renderlo il più raffinato possibile”. Il film sarà disponibile anche nella versione in 3D.

“Paura e intrattenimento, stanno bene insieme, come pane e marmellata”.

Jack Black