Letizia Battaglia _ Falcone1025044 contrasto

La Festa di Cinema del Reale in onore di Letizia Battaglia

Letizia Battaglia _ Falcone1025044 contrasto

Dal 16 al 20 luglio a Corigliano d’Otranto (Salento, Lecce) e il 27 nel bosco giardino di Tiggiano, ci sarà la XVI edizione de La Festa di Cinema del Reale, un appuntamento che celebra il documentario con un’attenzione particolare alle donne, pioniere del documentario e della fotografia contemporanea. Donne e artiste come Letizia Battaglia (ospite d’onore di questa edizione), Cecilia Mangini, Agnes Varda, Mariangela Gualtieri, Marcella Pedone, Leah Singer. Ospiti d’eccezione saranno due Premi Oscar: Helen Mirren e Taylor Hackford.

Letizia Battaglia

Letizia Battaglia

Letizia Battaglia ospite d’onore

I temi attorno cui si sviluppa la nuova edizione del festival sono luci, paesaggi e bugie: le tre parole chiave de La Festa di Cinema del Reale che quest’anno rende omaggio alla carriera di Letizia Battaglia, ospite d’onore della manifestazione. Ad aprire la Festa, martedì 16 luglio al Castello Volante è la mostra dedicata alla grande fotografa, seguita dalla proiezione di Shooting The Mafia, il documentario di Kim Longinotto che la vede protagonista: un omaggio alla donna riconosciuta come una delle figure più importanti della fotografia contemporanea, non solo per i suoi scatti saldamente presenti nell’immaginario collettivo, ma anche per il valore civile ed etico di tutta la sua produzione. Festa per Letizia include anche la performance Contre Jour di Lee Ranaldo e Leah Singer.

"Hermits"

“Hermits”

Uno sguardo internazionale

Grande spazio sarà dato anche quest’anno al cinema internazionale per uno sguardo sulla produzione contemporanea del mondo. Raccontano l’Oriente e la Cina di oggi, seconda superpotenza mondiale, i film selezionati da Golden Tree: A Purpose Built School di Jia Ding e Hermits di He Shiping Fu Peng & Zhou Chengyu, che si completano con la mostra sul paesaggio allestita all’interno della Cavallerizza del Castello Volante. Sul fronte francese è in programma la proiezione di John McEnroe L’Impero Della Perfezione, un ritratto sotto forma di saggio documentaristico del mitico e controverso campione di tennis, McEnroe, per la regia di Julien Faraut. Per le visioni dal mondo, è in programma una selezione di film dell’artista Leah Singer.

Leah Singer

Leah Singer

La produzione italiana

Accanto ai film internazionali saranno presentati alcuni tra i migliori film di produzione italiana: Vivere Che Rischio, di Michele Mellara e Alessandro Rossi (premio Biografilm-Storie Italiane 2019), Selfie di Agostino Ferrente, Radici di Marina Piperno e Luigi FacciniLa Botta Grossa di Sandro Baldoni, Umile Italia di Pietro Marcello e Sara Fgaier, Normal di Adele Tulli, e Kemp di Edoardo Gabbriellini, (menzione speciale “Cinema del reale” al festival di Asolo). Tra le nuove leve del cinema italiano, Archipelago di Giulio Squillacciotti e Camilla Insom, e My Home, in Lybia di Martina Melilli.

Agnes Varda

Agnes Varda

Omaggi ad Agnes Varda ed a Luigi di Gianni

Per la sezione dedicata ai grandi autori, un’attenzione particolare è rivolta all’omaggio a due maestri del genere: Agnes Varda, la fotografa e regista recente scomparsa, e Luigi di Gianni documentarista d’ispirazione antropologica, autore di importanti docufilm dedicati ai rapporti tra magia e religione nel Sud Italia.  Come ogni anno il festival ospita Poetiche/Pratiche, il ciclo di “lezioni-colazioni” mattutine con interventi dai “minuti contati” (dai 15 ai 20 minuti) dei grandi protagonisti del documentario ospiti del festival. Ad arricchire ulteriormente la già densa programmazione di film, si aggiungono i workshop gratuiti sul cinema e la sezione Sguardi e Visioni, dedicata alle esperienze extra cinematografiche e ai linguaggi performativi