Anna 00

La Mouglalis è Anna, la donna-vittima inquadrata da Charles-Olivier Michaud

Girato a Bangkok e a Montréal, giovedì 31 maggio arriva al cinema Anna, il film scritto e diretto da Charles-Olivier Michaud con protagonista Anna Mouglalis. La pellicola esce in Italia Distribuzione Indipendente e verrà proiettato in lingua originale con sottotitoli italiani.

Il film

Anna (Anna Mouglalis), nota fotoreporter, si trova in Asia per un reportage sulle giovani donne vittime della tratta di esseri umani organizzata dalla Triade in Thailandia. Spintasi troppo oltre, viene rapita e maltrattata, costretta a vivere lo stesso orrore e le stesse violenze oggetto del suo reportage. Segnata a vita, Anna inizia un percorso nel quale la violenza è inevitabile: spinta dalla rabbia e dalla vendetta, decide di terminare le indagini e far luce su quanto accaduto. Ma quale sarà il prezzo da pagare per far emergere la verità nel modo più onesto e obiettivo possibile?

Anna 1

L’ultra-realismo di Michaud

Charles-Olivier Michaud, qui alla sua opera più matura, firma una pellicola ultra-realista che catapulta lo spettatore nell’inedito e pericoloso mondo del traffico di esseri umani e del turismo sessuale. Un’opera dura e viscerale, che mostra crudeltà e violenza senza mai esibirle, perfettamente in bilico tra finzione e realtà. Corpo, anima e volto del film, Anna Mouglalis, intensa e magnetica nell’interpretare una coraggiosa fotoreporter che, suo malgrado, da testimone diventerà protagonista di un orrore indelebile, costretta a fare i conti con il lato più nero dell’animo umano.

Anna 2

Un film che scuote

Il regista Charles-Olivier Michaud ha dichiarato: “spero che Anna faccia riflettere, stimoli dibattiti e discussioni. Se lo spettatore rimarrà inquieto o infastidito, ben venga, vorrà dire che il film ha colpito nel segno e che ho svolto un buon lavoro. Se poi riuscirò a turbarlo, ne sarò fiero”.