Robert Doisneau
L'information scolaire, Paris
1956
28 x 24 cm
© Atelier Robert Doisneau

Le Temps Retrouvé, l’arte di Robert Doisneau tra scatti e documentari

Robert Doisneau L'information scolaire, Paris 1956 28 x 24 cm © Atelier Robert Doisneau

Fino al 2 settembre al Palazzo del Duca di Senigallia (AN) è aperta la mostra Robert Doisneau: le Temps Retrouvé una retrospettiva dedicata al celebre fotografo francese, pioniere della fotografia di strada e del reportage, che ha profondamente influenzato la cultura contemporanea fino a diventarne lui stesso simbolo.

Robert Doisneau Autoportrait, Villejuif 1949 26 x 27 cm © Atelier Robert Doisneau

Robert Doisneau
Autoportrait, Villejuif
1949
26 x 27 cm
© Atelier Robert Doisneau

La mostra, racconta il lavoro del fotografo e dell’artista francese, attraverso cinquanta dei suoi scatti più iconici – rigorosamente stampe d’epoca ai sali d’argento, che mostrano uno spaccato della sua vasta produzione e delle sue tematiche: i bambini, la strada, i luoghi pubblici, la quotidianità del vivere, ma anche i grandi protagonisti della cultura della metà del XX secolo come Picasso e Prevert, accanto alle botteghe artigiane, le periferie e la campagna.

Ad arricchire le foto dell’autore francese sono proiettati anche due testimonianze video che raccontano la vita dell’uomo dietro a quella del fotografo: un estratto dal documentario Robert Doisneau – La Lente Delle Meraviglie (2017, di Clémentine Deroudille) e un video mai presentato al pubblico italiano Paris Doisneau di Hervé Lachizedel 1993 coprodotto dalla Videoteca di Parigi (oggi Forum des images) e da Air France, per la trasmissione che veniva proiettata sui voli della compagnia aerea.

Robert Doisneau Café noir et blanc, Joinville 1948 29,5 x 23,5 cm © Atelier Robert Doisneau

Robert Doisneau
Café noir et blanc, Joinville
1948
29,5 x 23,5 cm
© Atelier Robert Doisneau

La prima clip di circa 8 minuti, fortemente voluta dagli eredi tra cui la nipote del fotografo che ha firmato la regia, dipinge un Doisneau oltre Le Baiser de l’hôtel de ville, lo scatto che gli diede una fama mondiale, raccogliendo immagini inedite, video d’archivio e conversazioni con gli amici di sempre e rivelando un artista eclettico e multiforme che approccia tutti i generi della fotografia con disinvoltura e sapienza.

Paris Doisneau invece ha come protagonista lo stesso Robert Doisneau che, un anno prima della morte, ripercorre in 8 minuti con la sua inseparabile macchina fotografica e attraverso le sue foto più iconiche, i luoghi di Parigi che ha immortalato. Parchi, negozi, pub, strade e vicoli, Doisneau racconta come sono cambiati i quartieri che più ha amato e i suoi abitanti, indugiando su piccoli ma autentici dettagli della vita parigina per cui le sue fotografie sono diventate famose.

Robert Doisneau Timide à lunettes, Paris 1956 25 x 25,5 cm © Atelier Robert Doisneau/ Gamma Rapho

Robert Doisneau
Timide à lunettes, Paris
1956
25 x 25,5 cm
© Atelier Robert Doisneau/ Gamma
Rapho

Un documento inedito che sarà proiettato in mostra solo nelle giornate del sabato, alternato al documentario più recente, e che darà la possibilità al pubblico italiano di ascoltare, rigorosamente in lingua originale francese, la viva voce del fotografo, così come negli anni ’90 i passeggeri dei voli Air France hanno potuto fare.