Lost in Translation

Lost In Translation apre la rassegna dedicata a Sofia Coppola

Dal 12 al 27 aprile, presso il MIC – Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana presenta Sofia Coppola, una panoramica alla filmografia completa di Sofia Coppola, figlia d’arte sensibile, creativa e degna erede della New Hollywood degli anni Settanta.

"Il Giardino Delle Vergini Suicide"

“Il Giardino Delle Vergini Suicide”

Il suo stile originale, esteticamente raffinato ed estremamente femminile caratterizza tutte le sue pellicole, a partire dall’esordio, Il Giardino Delle Vergini Suicide (1999) fino al suo ultimo lavoro, il remake L’Inganno (2017). In mezzo a queste due opere, la Coppola ha realizzato altri suggestivi lungometraggi, come il suo lavoro più toccante, Lost in Translation (2003) con i magnetici Bill Murray e Scarlett Johansson, che racconta di due esistenze che si incontrano, due persone un po’ perse accomunate da insonnia, solitudine e sintonia, che creeranno un legame profondo, un’amicizia unica e preziosa.

Da non perdere anche uno dei suoi primissimi lavori, il cortometraggio Lick the Star (1998), che già racchiude alcuni dei temi cari alla regista: il corto racconta infatti di 4 ragazze con un piano diabolico per eliminare tutti i ragazzi della loro scuola. Nel corto appare anche Peter Bogdanovich in un cameo.

.

“L’Inganno”

Il calendario

Venerdì 12 aprile, ore 15.00 – Lost in Translation

Sofia Coppola, USA, 2003, 105′, con Bill Murray e Scarlett Johansson.
In una Tokyo straniante e quasi surreale, Bob Harris, divo sul viale del tramonto recatosi in Giappone per girare uno spot, e la giovane e insoddisfatta Charlotte si incontrano durante le loro notti insonni. 

Sabato 13 aprile, ore 17.00 – Marie Antoinette 

Sofia Coppola, USA/Francia, 2006, 123′, con Kirsten Dunst e Jason Schwartzman.
La storia della celebre regina francese della Rivoluzione, un’adolescente incompresa che compensa la propria solitudine con gli eccessi di una corte di Versailles più sfarzosa e pop che mai. 

Martedì 16 aprile, ore 17.00 – L’Inganno 

Sofia Coppola, tratto dall’omonimo romanzo di Thomas Cullinan, USA, 2017, 91′, con Colin Farrell e Kirsten Dunst.
Virginia, 1864. Infuria la Guerra di Secessione, ma le ragazze del collegio femminile di Miss Martha Farnsworth vivono protette dal mondo esterno. Tutto cambia quando un soldato dell’Unione ferito viene trovato nei paraggi e ospitato nella villa.
Replica: venerdì 26 aprile ore 17.

"Lick The Star"

“Lick The Star”

Mercoledì 17 aprile, ore 17.00 – Lick the Star 

Sofia Coppola, 1998, USA, b/n, 14′. Int.: C. Turley, A. Heaven.
Un quartetto di terribili tredicenni, istigate dalla reginetta Chloe, architetta un piano per avvelenare i compagni di scuola con piccole dosi quotidiane di arsenico. 

A seguire Il Giardino Delle Vergini Suicide 

Sofia Coppola, tratto dal romanzo Le Vergini Suicide di J. Eugenides, USA, 1999, 95′, con Kirsten Dunst.
In una calma cittadina degli Stati Uniti degli anni ’70, cinque bellissime sorelle, oggetto del desiderio di tutti i ragazzi del vicinato, vivono recluse per il volere di genitori ottusamente rigidi e conservatori.
Replica: sabato 27 aprile ore 17.

Venerdì 19 aprile, ore 17.00 Bling Ring 

Sofia Coppola, USA, 2013, 90′, con K. Chang, E. Watson.
La storia vera di una banda di adolescenti che, ossessionati da moda e fama, iniziano a commettere furti nelle abitazioni di alcune celebrità hollywoodiane. 

"Somewhere"

“Somewhere”

Martedì 23 aprile, ore 17.15 – Somewhere 

Sofia Coppola, USA, 2010, 98′, con Stephen Dorff, Elle Fanning.
Il famoso attore Johnny Marco vive tra alcol e ragazze all’Hotel Chateau Marmont di Hollywood, in un’apatia ovattata e silenziosamente distruttiva. La comparsa della figlia undicenne Chloe mette tutto in discussione.