No Omofobia

Lovers Film Festival dice NO all’omofobia insieme a Lina Wertmüller e a tanti altri

Il 17 maggio, per la Giornata internazionale contro l’omo-lesbo-bi-transfobia, il Lovers Film Festival torna on line per celebrare le identità e dire basta alle discriminazioni. Questa giornata sancisce anche un’inedita alleanza fra Lovers e il Festival Mix Milano – Cinema Gay Lesbico e queer culture: le rassegne cinematografiche LGBTQI delle due città, infatti, stanno progettando sinergie artistiche e produttive e iniziative condivise. Il primo risultato di questa collaborazione è una “multisala virtuale” grazie alla quale, il 17 maggio, i due festival renderanno disponibili online in contemporanea alcuni titoli per i propri pubblici.

Lovers Film Festival Mix Milano LGBTQI

Due film in visione gratuita

Lovers Film Festival proporrà (gratuitamente) due titoli: Drive Me Home, film d’esordio di Simone Catania con Marco D’Amore e Vinicio Marchioni che narra i due modi opposti di affrontare la vita dei protagonisti e Come Non Detto (Italia, 2012, 81’) di Ivan Silvestrini con Josafat Vagni, Alan Cappelli, Monica Guerritore e Ninni Bruschetta: una commedia che esplora il terreno dell’identità sessuale. Come per #loversonline, i link saranno disponibili sul sito del festival e sulle pagine Facebook e Instagram a partire dalla mattina del 17 maggio.

Tante testimonianze

Per sottolineare l’importanza universale di questa giornata e per dire convintamente NO all’odio e alle discriminazioni, Lovers ha deciso di fare di più raccogliendo le testimonianze di molti personaggi del mondo della cultura, dello spettacolo e dell’attivismo che, attraverso dei video-contributi inediti, celebreranno l’amore e riveleranno il proprio film d’amore del cuore. Perchè l’amore sconfigge l’odio e anche attraverso il cinema si può contrastare l’omo-transfobia. Fra i tanti “amici” di Lovers che hanno aderito all’iniziativa anche Lina Wertmüller, prenominata premio Oscar alla Carriera 2020; Leo Gullotta; Franco Grillini; Sandra Milo; Rita Rusic e Maria Grazia Cucinotta. I videomessaggi saranno trasmessi il 17 maggio sui canali social del festival.

.

“Drive Me Home”

L’incontro con la rete RE.A.DY

Questa iniziativa si arricchisce dell’incontro con la la rete RE.A.DY – Rete Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni Anti Discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere – formata da oltre 160 enti pubblici (comuni, provincie, regioni), che rilancerà a livello istituzionale i videomessaggi al fine di proporre le riflessioni e le parole inclusive ad un pubblico il più ampio possibile – ed è organizzata in collaborazione con il Coordinamento Torino Pride.