2

Mars 2020 Mission Perseverance Rover, una missione da cinema

Giovedì 18 febbraio, dalle ore 21.00, sul canale tv Focus va in onda Mars 2020 Mission Perseverance Rover con lo speciale «In diretta da Marte – Missione Perseverance – Alla ricerca della Vita». 120 minuti, per un evento storico realizzato con contributi distribuiti da NASA ed ESA. E, se l’ammartaggio di Perseverance e Ingenuity avrà il successo sperato – previsto alle ore 21.54 (TBC), 22.05 considerando lo scarto temporale delle trasmissioni tra i due pianeti – la prima immagine di Marte scattata dal rover entro le 23.00. In studio, una presenza inerte, ma assai preziosa: un rarissimo frammento di roccia marziana, precipitato sulla Terra. Ed esperti di astronomia, esobiologia e ingegneria aerospaziale.

PIA24345_05_MarsPerseverance_LandingGraphics_Gradient_Touchdown

La missione Mars 2020

Dopo un viaggio durato 7 mesi e aver percorso 470 milioni di km, la missione Mars 2020 è giunta alla sua fase più delicata: quella dell’ammartaggio. Il rover Perseverance e il drone Ingenuity devono letteralmente sopravvivere alla parte finale del viaggio, un momento scandito da tre fasi: Entry, Descent, Landing. Meta, la superficie del Cratere Jezero. 7 minuti di orologio, in cui vengono messi a rischio 7 anni di preparazione della missione: Marte, storicamente, è uno dei pianeti di più difficile accesso ed esplorazione. La percentuale di fallimenti delle missioni è pari al 58%. Il rover Perseverance è stato lanciato il 30 luglio 2020, alle 13.50 del fuso orario italiano. L’ammartaggio del modulo è previsto per le 21.43 italiane. Il quarto corpo celeste del sistema solare accoglierà Perseverance e Ingenuity 11 minuti prima rispetto a quanto percepito sulla Terra, per lo scarto temporale tra l’invio delle trasmissioni e la ricezione delle risposte tra i due pianeti. Una discesa a 20 mila km l’ora, che porterà la temperatura dello scudo termico a 1.300°C

Le operazioni di superficie di Perseverance e Ingenuity dureranno almeno un anno marziano, circa 687 giorni terrestri. L’obiettivo è quello di esplorare la superficie e il sottosuolo, come la debole atmosfera del Pianeta, in cerca di tracce di vita organica presente o passata. È sui sedimenti del fondo del cratere che il rover eseguirà le proprie ricerche, forte di due telecamere a colori con zoom e possibilità di fare riprese ad altissima definizione in 3D, di una perforatrice in grado di penetrare fino a 6 cm di profondità e di un braccio mobile che sosterrà il rover durante le operazioni. Per la prima volta, inoltre, un rover è in grado non solo di raccogliere e analizzare campioni di sottosuolo, ma anche di inscatolarli e conservarli per essere portati sulla Terra da una successiva missione. E, ancora per la prima volta, un rover porta con sé un drone, che volerà nell’atmosfera rarefatta di Marte alla ricerca di composti chimici legati alla presenza di vita. Gestito per la NASA da JPL, divisione della Caltech di Pasadena, in California, Mars 2020 Perseverance fa parte di un programma più ampio che include missioni sulla Luna, quale preparazione all’esplorazione umana del Pianeta Rosso. Il ritorno di astronauti sulla Luna è previsto entro il 2024. Entro il 2028, infine, la NASA stabilirà una presenza umana continua su e intorno alla Luna. Tali piani sono stati denominati Artemis.

overview-rover

Marte e il cinema

Marte è uno dei pianeti più popolari – sia come ambientazione, sia come luogo di provenienza degli extraterrestri -, grazie alla sua vicinanza con la Terra, alla somiglianza tra molte delle sue caratteristiche con quelle del nostro pianeta – periodo di rotazione, inclinazione dell’asse di rotazione, calotte polari -, al suo acceso colore rosso e alla rete di canali scoperta da Schiaparelli alla fine del XIX secolo, allora interpretata come opera di esseri intelligenti. Marte è sempre stato mainstream, ma mai come adesso. George Clooney, ad esempio, ha appena annunciato il progetto, quale produttore esecutivo, del reboot della serie Buck Rogers, personaggio immaginario protagonista di una serie di strisce a fumetti creata da Philip Francis Nowlan – Buck Rogers in the 25th Century – pubblicata dal 1929 al 1967 sui quotidiani, considerata il capostipite dei fumetti di fantascienza americani. Il capitano William Buck Rogers è un astronauta risvegliatosi nel 2.491, dopo una ibernazione nello spazio durata più di 500 anni.

Tutti i film-marziani

A Message From Mars di Franklin Barrett (1903)

Cortometraggio muto, ritenuto perduto, di produzione neozelandese.

Un Matrimonio Interplanetario  di Enrico Novelli alias Yambo (1910)

Cortometraggio muto; commedia che narra la storia di un amore tra un terrestre e una bella marziana, innescato da un telescopio e nutrito da segnali radiotelegrafici.

The Man From M.A.R.S. di Roy William Neil (1922)

Film muto stereoscopico; unico film che abbia utilizzato il sistema di visione 3-D, basato sul principio dell’Alternate Image, Teleview, messo a punto da Laurens Hammond e William F. Cassidy.

Aėlita di Jakov Protazanov (1924)

Film muto; tratto dall’omonimo romanzo di Aleksej Nikolaevič Tolstoj, primo film di fantascienza sovietico.

Flash Gordon Alla Conquista di Marte (1938)

Serial cinematografico in 15 episodi della Universal basato sulla striscia a fumetti Flash Gordon ideata da Alex Raymond.

"Flash Gordon Alla Conquista di Marte"

“Flash Gordon Alla Conquista di Marte”

RX-M Destinazione Luna di Kurt Neumann (1950)

Primo film di fantascienza degli anni Cinquanta a mostrare una spedizione terrestre che arriva su Marte.

Marte Distruggerà la Terra di Ib Melchior (1960)

Tipico film di fantascienza degli anni Cinquanta-Sessanta, in cui l’equipaggio della prima missione spaziale su Marte torna sulla Terra e racconta delle strane creature e costruzioni che si trovano sul pianeta.

Capricorn One di Peter Hyams (1978)

La prima missione su Marte è un fake, che un tenace giornalista, non senza pericolo, scoprirà. Liberamente ispirato al controverso libro di Bill Kaysing Non siamo mai andati sulla Luna.

Atto di Forza di Paul Verhoeven (1990)

Basato su un racconto di Philip Dick: Doug Quaid si rivolge a Rekall, società in grado di far compiere “viaggi virtuali” su Marte, per una vacanza: in realtà è un agente segreto impegnato a rovesciare il governo dittatoriale instauratosi sul pianeta.

"Atto di Forza"

“Atto di Forza”

Mars Attacks! di Tim Burton (1996)

Presa in giro i cliché dei film di fantascienza degli anni Cinquanta. La Terra viene invasa da marziani tecnologicamente superiori e apparentemente invincibili che vengono alla fine sconfitti dalla musica country.

Mission to Mars di Brian de Palma (2000)

Storia di una missione di soccorso che deve scoprire cosa è successo alla prima missione umana su Marte, con cui si sono interrotti i contatti.

Fantasmi da Marte di John Carpenter (2001)

Ambientato su un Pianeta Rosso colonizzato dagli umani. Da una miniera fuoriescono gli spiriti dell’antica razza marziana, che si impossessano dei corpi di alcuni minatori.

La Guerra Dei Mondi di Steven Spielberg (2005)

Secondo adattamento cinematografico tratto dall’omonimo romanzo di Wells.

Doom di Andrzej Bartkowiak (2005)

Ispirato all’omonimo videogioco è la storia di un gruppo di Marines inviati su Marte, attraverso un portale chiamato l’Arca, per limitare la diffusione di un virus.

"The Martian"

“The Martian”

Prometheus di Ridley Scott (2012)

Anche se non specificato, il paesaggio alle spalle di Peter Weyland che si vede nel suo videomessaggio olografico è la superficie di Marte, dove la Weyland Corp sta costruendo cupole per una futura colonia.

Sopravvissuto – The Martian di Ridley Scott (2015)

Tratto dal romanzo L’uomo di Marte, narra le vicende di un astronauta rimasto isolato sul Pianeta Rosso.

Starship Troopers – Attacco su Marte di Shinji Aramaki (2017)

La trama si svolge e concentra su un Marte colonizzato.

Ad Astra di James Gray (2019)

In una base sotterranea su Marte, si reca il protagonista per inviare un messaggio verso Nettuno.