ring-1

Matilda Lutz, visione-maledizione in The Ring 3

F. Javier Gutiérrez ha diretto The Ring 3 (Rings) il nuovo capitolo della tanto amata serie horror The Ring. Il film, scritto da David Loucka e Jacob Estes, ha come protagonista la nostra Matilda Lutz. Nel cast ci sono anche Alex Roe, Johnny Galecki, Aimee Teegarden, Bonnie Morgan e Vincent D’Onofrio.


Julia, una giovane donna (Matilda Lutz) inizia a preoccuparsi quando scopre che il suo fidanzato Holt (Alex Roe) comincia ad appassionarsi ad una oscura credenza intorno ad una misteriosa videocassetta, che si dice faccia morire sette giorni dopo averla vista. La ragazza si sacrifica per salvare il suo fidanzato, e così facendo fa una scoperta sconvolgente: c’è un “film nel film” che nessuno ha mai visto prima.

La leggenda ormai è nota: si guarda la videocassetta, il telefono squilla, e sette giorni dopo, si muore. È dal 2002 che lo spirito vendicativo di Samara Morgan ha devastato le anime curiose di coloro che sfortunatamente sono incappati nella sua malefica videocassetta. “The Ring è un film che ha cambiato completamente i termini dell’horror – afferma il regista F. Javier Gutiérrezpur non essendo eccessivamente cruento o violento, ogni fotogramma riempie di terrore”. In questo terzo capitolo, la vhs analogica lascia spazio al file digitale, facilmente cliccabile, riproducibile e copiabile.

Bonnie Morgan è Samara

Bonnie Morgan è Samara

Gutiérrez afferma che il rapporto tra tecnologia e moralità ha giocato un ruolo fondamentale nella sua decisione di portare avanti la storia di Samara, e spiega: “cultura vuole, che siamo ossessionati dai video, e l’uscita dei primi capitoli di The Ring, ha in qualche modo condizionato il nostro approccio nel guardarli. Un tempo si seguiva un certo rituale: si sceglieva un nastro dallo scaffale, a volte lo si doveva riavvolgere o regolare il tracking … era tutta una questione di tempo; mentre oggi, si preme un pulsante dei vari dispositivi, e immediatamente si riproduce un video”.

Il regista voleva esplorare il modo in cui la tecnologia ha cambiato radicalmente la diffusione di una maledizione, ed oltre alla semplicità di poter guardare un video, anche la facilità di effettuare delle copie e tramandare una maledizione. Bastano solo due click per inviarla ai computer portatili o ai telefoni cellulari di decine di contatti: “oggigiorno gli schermi sono ovunque – aggiunge – quindi non si è mai veramente al sicuro da Samara. Scatta qualcosa di orribile nella volontà delle persone buone, di danneggiare gli altri, quando sono minacciati. La sopravvivenza di Samara dipende dalla gente che passa la maledizione a qualcun altro”.

Matilda Lutz

Matilda Lutz

Grande soddisfazione per l’italiana Matilda Lutz (vista recentemente ne L’Estate Addosso di Gabriele Muccino), protagonista in questo film. La giovane attrice ha detto: “è  incredibile e surreale far parte di un progetto del genere. Abbiamo visto cose orribili quando eravamo bambini, e ora lo trasmettiamo ad una nuova generazione”.