Matthias e Maxime 0

Matthias & Maxime, il posto nel mondo di Xavier Dolan

In attesa dell’uscita – il prossimo 27 giugno su MioCinema.it e Sky PrimaFila – del suo ultimo film Matthias & Maxime, il regista canadese “enfante prodige” Xavier Dolan mercoledì 24 giugno, alle ore 20.30 su Miocinema.it ripercorrerà le tappe della sua carriera e presenterà questo suo ultimo lavoro dialogando con il critico cinematografico Fabio Ferzetti.

Matthias & Maxime

Matthias (Gabriel D’Almeida Freitas) e Maxime (Xavier Dolan), due amici d’infanzia, si scambiano un bacio durante le riprese di un cortometraggio amatoriale. Il gesto, apparentemente innocuo, insinuerà in loro un dubbio persistente, minacciando l’unione della loro cerchia sociale e, alla fine, cambiando improvvisamente le loro vite.

Un film di ritorni

Presentato in concorso al Festival di Cannes, Matthias & Maxime è un film di ritorni. Dopo la parentesi americana de La Mia Vita Con John F. Donovan, Xavier Dolan torna a girare nel suo Quebec e riabbraccia i temi a lui più cari: la ricerca della propria identità sessuale, il rapporto tra diverse generazioni e quello con la propria madre. È il ritorno di Dolan davanti alla macchina da presa, che non recitava in un proprio film dai tempi di Tom à La Ferme ed è il ritorno di Anne Dorval in un film di Dolan, nel ruolo del personaggio che interpreta sua madre, dopo esserlo già stata in J’ai tué ma mère e dopo aver lavorato con lui anche in Les amours imaginairesLaurence Anyways Mommy.

Matthias e Maxime 1

Xavier Dolan racconta…

Trovare un mio posto ha caratterizzato senza dubbio, come per la stragrande maggioranza di noi, suppongo, la storia dei miei vent’anni. Io, sia per amore, sia per cercare di porre fine a quell’implacabile senso da impostore, mi sono reso ridicolo tanto spesso quanto in realtà non sono mai stato. Il successo viene dall’isolamento e prima che me ne rendessi conto ero, dopo aver raggiunto il mio quarto di secolo, da solo, per la maggior parte del tempo. Ma da un po’ di tempo, però, hanno incrociato il mio cammino degli individui eccezionali. Erano nel posto giusto, al momento giusto. Li ho fatti entrare in casa mia, e mi hanno dato una casa“.

Con loro al mio fianco ho avuto la possibilità, in questi ultimi quattro o cinque anni, di scoprire, o riscoprire, persone con le quali, prima di diventare regista o scrittore, ho avuto modo di essere me stesso, prima di tutto. Quello che ho dato e che a volte ho perso nell’amore, con loro, l’ho recuperato. Penso che, di conseguenza, più che fare film alla fine dei miei vent’anni mi sono fatto degli amici“.

Matthias e Maxime 2

Matthias & Maxime parla di amicizie come queste. In un altro mondo, attraverso un’altra storia. Dove giovani adulti di origini diverse, di status diverso arrivano a una certa età, in questo particolare momento di cambiamento e di dibattito, e si chiedono, proprio come me, quale sia il loro posto“.