Gianni Rodari 1

Non C’è Di-Stanza Che Tenga, laboratori e cinema nel segno di Gianni Rodari

Tre laboratori di cinema e creatività via streaming per continuare a fare formazione e ad essere vicini alle famiglie e ai bambini e alle bambine: s’intitola Non C’è Di-Stanza Che Tenga il nuovo progetto della cooperativa I Bambini di Truffaut, realizzato in collaborazione con Regione Puglia – Dipartimento Turismo, Economia della cultura e Valorizzazione del Territorio-, Apulia Film Commission e Mediateca Regionale Pugliese e si lavorerà nel segno di Gianni Rodari.

Le favole di Rodari per riavvicinarsi

Protagonisti dei laboratori saranno i bimbi e le bimbe di età compresa tra i 6 e gli 11 anni: una regista teatrale, un regista cinematografico e una scenografa seguiranno i piccoli allievi su una piattaforma per raccontare le favole del grande scrittore e pedagogista Gianni Rodari, del quale quest’anno si ricorda il centenario dalla sua nascita. Per farlo si serviranno di oggetti comuni che i piccoli possono reperire in casa. L’obiettivo è realizzare delle favole animate in racconti video che potranno anche diventare materiale didattico. L’iscrizione è gratuita, ma i posti sono limitati (info sul sito: www.ibambiniditruffaut.com).

E poi c’è il cinema. Una costante delle iniziative della cooperativa pugliese, diretta da Giancarlo Visitilli: “da mesi sostengo che la distanza è un ossimoro, in rapporto alle persone. E quindi alla scuola, al cinema, al teatro, a tutto ciò che ci fa star bene. Un ossimoro per nulla poetico. Ecco il perché di queste tre iniziative dedicate alla famiglia e in particolare ai più piccoli: con “a di-stanza” cerchiamo di recuperare tutto ciò che l’abitudine non ci fa vedere più nelle nostre stanze, a lungo e costrette ad essere abitate. Ma vorremmo che tutto il progetto, poi, da settembre, continuasse in presenza. Non potevamo fare in modo che l’estate fosse il tempo del mare e dello svago senza pensiero. E chi, meglio di Rodari, e di tanti altri autori cineasti, può riavvicinarci a noi stessi, prima che ci si possa riavvicinare agli altri?”.

Gianni Rodari

Gianni Rodari

Due laboratori

Sono in programma un laboratorio di cinema sui temi di attualità per la famiglia e uno dedicato agli adolescenti. Entrambi saranno guidati da esperti del settore. Per il primo ci sarà un giornalista e critico cinematografico, che registrerà un video con i contenuti principali del film e degli spunti di riflessione, per permettere una visione più consapevole e completa. Nel secondo caso qualche giorno prima del film un’operatrice, educatrice, esperta in cinema per bambini e ragazzi registrerà un video, con i contenuti principali del film e degli spunti di riflessione, per permettere una visione più consapevole e completa. Verranno anche proposti una serie di giochi e attività che i bambini potranno svolgere a casa.I due laboratori cinematografici sono gratuiti e si terranno su una piattaforma dedicata, offerta da CG Digital il servizio di film on demand di CG Entertainment (info sul sito: www.ibambiniditruffaut.com).

Nove visioni di film

Nove le visioni di film previsti dal 7 al 30 luglio a iniziare da Ernest e Celestine, un film d’animazione franco-belga diretto da Stéphane AubierVincent Patar e Benjamin Renner; si prosegue con Babylon Sisters di Gigi Roccati (9 luglio), Azur & Asmar di Michel Ocelot (14 luglio), In Un Mondo Migliore di Susan Bier (16 luglio), Big Fish e Begonia di Liang Xuan e Chun Zhang (21 luglio) Selfie di Agostino Ferrente (23 luglio), Non Ci Resta Che Vincere di Javier Fesser (28 luglio) e L’Agnese Va A Morire di Giuliano Montaldo (30 luglio).

"Selfie"

“Selfie”

Come partecipare

Per partecipare è necessario il giorno prima della proiezione da calendario del film, di inviare una mail, specificando nell’oggetto titolo e data di proiezione all’indirizzo ibambiniditruffaut.luisa@gmail.com. Le modalità di accesso saranno fornite all’indirizzo mail d’iscrizione.