non-uccidere-0

Non Uccidere, nuovi casi per l’ispettore Miriam Leone

Dopo il successo dello scorso anno, Non Uccidere, la serie creata da Claudio Corbucci, torna in tv con la prima parte della seconda stagione a partire dal 12 giugno, in prima serata, su Rai Due. Dodici episodi (50′ ciascuno) – diretti da Lorenzo Sportiello, Claudio Noce, Michele Alaique, Adriano Valerio e Emanuela Rossi – che avranno come protagonista sempre lei, l’ispettore Valeria Ferro interpretata da Miriam Leone.

Valeria Ferro

Valeria Ferro

Valeria Ferro (Miriam Leone) è l’ispettore in forze alla Squadra Omicidi della Mobile di Torino, una poliziotta giovane ma estremamente abile, forte di un intuito fuori dal comune e soprattutto di un’ossessione che muove tutto il suo agire: quella per la verità. Il suo passato racconta di una ferita che risale all’adolescenza, quando sua madre Lucia era stata condannata per l’omicidio del marito. Nella prima stagione, con l’uscita dal carcere di Lucia, Valeria ha affrontato i fantasmi del passato cercando di scoprire la verità riguardo alla morte del padre: chi l’ha ucciso davvero? E, sul finale di stagione, la scoperta: quell’uomo non era il suo vero padre.

Una verità scioccante a cui si aggiunge, all’inizio della seconda stagione, un altro mistero: Lucia, infatti, scompare. Le ricerche che si susseguono nel corso dei primi due episodi portano a una drammatica scoperta… Un brutto colpo per la nostra protagonista che arriverà a mettere in discussione il suo stesso ruolo nella polizia. La presenza di Andrea (Matteo Martari), il collega con cui Valeria ha adesso instaurato un rapporto sentimentale stabile, sarà fondamentale per farla uscire da questo brutto momento. Ma l’entrata in scena di due nuovi personaggi stravolgono nuovamente la vita di Valeria. Si tratta di Giuseppe Menduni (Federico Pacifici), l’uomo che le confessa essere l’assassino di Lucia e che avrà ancora molti segreti da svelare e di sua figlia Viola, con la quale Valeria instaurerà invece un rapporto di forte complicità.

Miriam Leone e Matteo Martari

Miriam Leone e Matteo Martari

Ogni episodio di Non Uccidere è costruito intorno a un’indagine che riguarda un delitto in famiglia, o, più genericamente, consumato all’interno di una comunità chiusa. Un mondo, quello che gravita intorno all’omicidio, esplorato attraverso le indagini e i punti di vista di tre personaggi legati alla vicenda raccontata nella puntata. Storie ispirate alla cronaca nera più o meno recente, per svelare le relazioni sentimentali che spesso sono dietro il trauma di un delitto. Crimini tra persone che spesso si sono amate e odiate: gelosie, vendette, rabbie represse o semplicemente raptus momentanei, in cui la verità insiste sempre a nascondersi.