_2T25856.RAF

Oliver Daly, l’Amicizia Extraordinaria di Oliver Daly

Diretto da Oliver Daly, giovedì 11 ottobre esce al cinema A-X-L: Un’Amicizia Extraordinaria, è un film d’avventura per tutta la famiglia ricco di elementi sci-fi che si rifà ai classici film per ragazzi degli anni ’80 come Corto Circuito e Navigator.

Il film

Seguendo la scia dei classici film anni ‘80 come Corto Circuito e Navigator, A-X-L: Un’Amicizia Extraordinaria è un’avventura che vede protagonista Miles (Alex Neustaedter), un giovane biker non molto fortunato, che scopre per caso un cane robot super avanzato di nome AXL, di proprietà dell’esercito.

Dotato di un’intelligenza artificiale di ultima generazione, ma con il cuore di un vero cane, AXL instaura da subito un forte legame con Miles, con gran disappunto degli scienziati senza scrupoli che lo hanno creato e che sono pronti a tutto pur di riaverlo. Intuendo le conseguenze dell’eventuale cattura di AXL da parte del governo, Miles unisce le forze con la sua brillante fidanzata Sara (Becky G), per proteggere il suo nuovo migliore amico in un’avventura epica e senza tempo adatta a tutta la famiglia.

_1T21930.RAF

L’incontro fra realtà e fantascienza

AXL è un film d’avventura per le famiglie, ma affronta temi importanti come i rischi di un progresso tecnologico incontrollato: “sfortunatamente siamo una specie altamente autodistruttiva – afferma Oliver Daly e spesso le nuove tecnologie vengono sviluppate come armi. Per come la vedo io, il pericolo più grande è che attraverso queste tecnologie le persone acquistano un grande potere e questo potere rischia di corromperci molto rapidamente”.

Per Oliver Daly la creazione di AXL è stata ispirata da una teoria nel campo dell’intelligenza artificiale chiamata ‘automiglioramento ricorsivo’: “nella creazione di un’intelligenza artificiale c’è l’idea che questa sia in grado di migliorare se stessa, e che lo faccia non attraverso piccoli progressi, ma in modo esponenziale. Si accresce per multipli, diventando più intelligente e più capace, fino a diventare tecnologicamente più avanzata del suo creatore umano. La maggior parte degli scienziati crede che sia inevitabile”.

_2T28582.RAF

Amate i cani!

Alla domanda su cosa spera che rimanga al pubblico del suo film, Daly fa una pausa e poi risponde riflessivo: “innanzitutto, spero che condividano un’emozione. E poi che, tornati a casa, diano un bacio al loro cane. Mi piacerebbe davvero che dopo aver visto AXL le persone cominciassero a pensare ai loro cani in modo diverso, perché sono una parte incredibile della nostra cultura umana. I cani ci amano davvero e noi li amiamo in modo puro. Perché ci ricordano quello che conta davvero”.