One More Jump 0

One More Jump di Emanuele Gerosa vince il Prix Europa

One More Jump di Emanuele Gerosa, il film che racconta la sfida due giovani nel voler superare tutti i loro ostacoli, continua la sua corsa vincendo il Prix Europa come Miglior Documentario per la TV 2020. Girato tra la Palestina, l’Italia e la Svezia, il film è per ora visibile sulla piattaforma aperta ai votanti al David di Donatello, in attesa di poter ritrovare il suo pubblico nelle sale di cinema, cosa che accadrà ci auguriamo molto presto.

Il film

Abdallah e Jehad sono due amici nati nella Striscia di Gaza e praticano una disciplina che amano: il parkour. Abdallah è riuscito a trasferirsi in Italia per diventare un atleta professionista. La vita in Europa, però, si rivela molto più difficile di quanto prevedesse. Anche Jehad sogna di andarsene ma è ancora bloccato nella Striscia di Gaza, dove si allena con i membri più giovani del team. Un giorno Abdallah decide di iscriversi alla competizione di parkour che tutti loro sognavano quando erano a Gaza, proprio mentre Jehad riesce finalmente a ottenere il visto e dovrà decidere se abbandonare la famiglia e il padre malato. A metà tra sport e filosofia di vita, il parkour è la disciplina e l’arte di superare ogni tipo di ostacolo che si presenta in un percorso attraverso la corsa, i salti o l’uso di movimenti acrobatici. Per Abdallah e Jehad rappresenta qualcosa di più: è un modo per lottare, anche simbolicamente, per la propria libertà.

Un successo dietro l’altro

Dopo la presentazione, lo scorso anno, alla Festa del Cinema di Roma, il film non ha smesso di avanzare, proseguendo la sua strada attraverso la carriera festivaliera in numerosi festival italiani e internazionali, fra cui Visions du Réel in Svizzera, il 38° Annecy Cinéma Italien, il Kazan Film Festival in Russia dove ha vinto il “Prize of the Russian Guild of Film Critics”, l’italiano SalinaDocFest dove ha ottenuto la Menzione Speciale della Giuria e il 68° Trento Film Festival in cui è stato premiato con il Premio CinemAMoRE.  All’edizione 2020 del Prix Europa, One More Jump ha avuto la meglio tra 24 film provenienti da ben 14 differenti nazioni e ha convinto una giuria di oltre trenta esperti del settore che ha assegnato al film il primo premio nella categoria Tv Documentary.

One More Jump 1

Emanuele Gerosa racconta…

C’è un collegamento simbolico molto forte tra il parkour e la realtà che le persone affrontano ogni giorno nella Striscia di Gaza. Per loro infatti gli ostacoli e le barriere sono ovunque e superarli è parte della vita quotidiana. Per questo ho voluto usare il parkour come una metafora visiva della condizione in cui questi ragazzi vivono. Siamo felici e orgogliosi che un documentario sul tentativo di superare gli ostacoli, non solo fisici, ma soprattutto politici e geografici, abbia vinto un premio importante in un festival il cui motto è ‘Changing Europe’. È forse un’ironia della sorte che One More Jump, un film la cui uscita in sala è stata fortemente voluta e per due volte è stata bloccata dall’emergenza sanitaria, vinca un premio così prestigioso di documentari per la televisione”.