Segretarie 2 Liliana Avincola

Segretarie, le Donne nell’ombra del grande cinema italiano

Segretarie. Una Vita Per il Cinema, il documentario ideato da Daniela Masciale e Raffaele Rago e diretto da quest’ultimo, martedì 12 marzo alle ore 21.00 arriva al Cinema SpazioOberdan di Milano. In sala Paola Quagliero, segretaria di Franco Cristaldi, uno dei più importanti imprenditori cinematografici italiani del dopoguerra.

Il documentario

Sei segretarie. Il grande cinema italiano. Le protagoniste fanno un tuffo nel passato per raccontarci cosa ha significato lavorare nel mondo del cinema italiano quando le nostre pellicole facevano incetta di premi, da Venezia a Los Angeles, passando per Cannes. Il documentario è un vero e proprio flashback della loro vita, dentro e fuori dal set, impreziosito da aneddoti, rivelazioni, fotografie inedite e curiosità relative ad alcuni grandi classici.

Le sei segretarie

Alla base di questo progetto c’è il pensiero romantico di rivivere il periodo d’oro del cinema italiano attraverso la voce di Liliana Avincola (foto copertina, segretaria di Dino De Laurentiis), Resi Bruletti (segretaria in 20th Century Fox), Cesarina Marchetti (segretaria di Goffredo Lombardo), Fiammetta Profili (segretaria di Federico Fellini), Paola Quagliero (segretaria di Franco Cristaldi), Anna Maria Scafasci (segretaria di Luigi de Laurentiis). Sei segretarie personali raccontano com’era lavorare nel mondo del cinema quando i film italiani vincevano un premio dopo l’altro, a Venezia come a Los Angeles. Attraverso aneddoti, rivelazioni, fotografie inedite e grandi classici ripercorriamo i punti salienti della loro vita professionale e personale. Le protagoniste del documentario a distanza di anni hanno negli occhi la stessa passione e la stessa grinta di quando hanno iniziato la loro avventura nel mondo del cinema, un mondo dove la parola “impossibile” non esiste.

Fiammetta Profili

Fiammetta Profili

Una vita all’ombra (ma che bello)

Dopo anni all’ombra di grandi capi che, con un po’ di nostalgia, le Segretarie ricordano la passione con cui svolgevano il loro lavoro. Una vita nell’ombra, ma quest’ombra era il posto più bello afferma una di loro. Ritratti e storie eccezionali di donne determinate e tutt’altro che subalterne. Ascoltandole è subito percepibile il grande rispetto reciproco che faceva sì che questi importanti registi e produttori si affidassero completamente alle lorosegretarie coinvolgendole in ogni aspetto del lavoro.

Daniela Masciale e Raffaele Rago raccontano

In un’era in cui tutti vogliono apparire, costruiscono profili social patinati e celebrano i propri piccoli successi lavorativi come fossero imprese eroiche, vogliamo raccontare di donne che hanno costruito la loro carriera (“ma la chiami carriera?” dice Paola, segretaria di Franco Cristaldi) rimanendo nell’ombra, in ufficio (“un posto meraviglioso”, dice Cesarina, segretaria di Goffredo Lombardo) senza mai esigere di essere in prima fila. Attraverso le loro voci, i loro ricordi, abbiamo voluto ricostruire quello che ha significato per queste donne vivere al fianco di uomini potenti e illuminati, cultori di un cinema importante, produttori, registi, manager che hanno fatto la storia del cinema in Italia, quel cinema per cui siamo famosi ancora oggi in tutto il mondo“.

Anna Maria Scafasci

Anna Maria Scafasci

Un ricordo doveroso

Non erano al loro fianco come mogli o compagne, nel privato, ma li assistevano nelle loro battaglie di ogni giorno tra le stanze di quegli uffici trafficati e festosi in cui si determinava la carriera di registi, sceneggiatori, attori e attrici. Le nostre protagoniste hanno dedicato la loro vita al cinema, ma in pochi lo sanno. Lo abbiamo voluto ricordare in questo documentario“.