The Wicked Gift 0

The Wicked Gifted, il thriller psicologico di Roberto D’Antona

Dopo il grande successo internazionale della serie tv The Reaping, mercoledì 6 dicembre l’attore Roberto D’Antona arriva al cinema con The Wicked Gifted, il suo esordio registico, un thriller psicologico prodotto (e anche interpretato) da Annamaria Lorusso. Oltre a lei e D’Antona a vestire i panni degli altri protagonisti sono Francesco Emulo e Kateryna Korchynska.


Ethan (Roberto D’Antona) è un giovane designer, timido e piuttosto riservato che da anni è afflitto da insonnia a causa di terribili incubi. Decide di andare in terapia per risolvere il suo problema pensando di avere disturbi della personalità, ma sarà grazie all’aiuto del suo migliore amico e di una Medium che affronterà il lungo viaggio che lo condurrà alla consapevolezza che i suoi incubi nascondono qualcosa di molto più oscuro di quanto potesse immaginare.

Thriller paranormale, inquietante e spaventoso, The Wicked Gift è una girandola di colpi di scena che conducono lo spettatore attraverso un viaggio allucinante e mai scontato tra realtà e incubo.

The Wicked Gift 1

Roberto D’Antona, cresciuto con i film horror di Sam Raimi e John Carpenter, in questo suo esordio ha voluto puntare su due aspetti: gli incubi e i fantasmi. L’attore-regista ha affermato “sono numerosi i film horror che parlano di fantasmi, premonizioni e incubi ed era davvero difficile realizzare qualcosa di completamente originale. Così ho deciso di non creare una storia puramente horror bensì un thriller psicologico con varie sfumature di generi”.

Da grandi classici come Evil Dead e Dracula di Bram Stoker, ai più recenti The Conjuring, Insidous e The VVitch, diverse sono state le sue ispirazioni: “però posso affermare con certezza che le scene di terrore raccontate nel film sono situazioni che ho vissuto o che mi spaventerebbero a morte”.

The Wicked Gift 2

Roberto D’Antona con questo suo esordio registico si propone un obiettivo: “vorrei che il pubblico guardasse e si godesse il film come una storia intrigante e inquietante, realizzata in vecchio stile. Per me significherebbe molto che gli appassionati di horror apprezzino e riconoscano che questo film possa portare un vento differente dai classici horror italiani”.