COP

Vecchiaia e giovinezza si abbracciano ne Le Badanti di Marco Pollini

Già presentato in anteprima alla Mostra di Venezia nel 2014 ed al Marchè Du Film del Festival di Cannes 2015, sarà nelle sale cinematografiche dall’11 giugno Le Badanti la commedia sociale diretta da Marco Pollini. Protagoniste sono tre ragazze extracomunitarie che arrivano in Italia per crearsi un futuro.

Lola (Samantha Castillo), Carmen (Nadiah M.Din) e Irina (Anna Jimskaya), arrivano in Veneto in cerca di un futuro migliore e dopo diversi episodi di invidie, violenze e soprusi, decidono di cambiare vita e si trasferiscono nella provincia veronese per lavorare alla Casa di Cura Villa Bella. Iniziano a diventare amiche tra di loro e ad instaurare un rapporto con gli anziani.

Un lavoro all’apparenza duro e non appagante come quello delle badanti, per loro diventa una missione di vita. Qui le ragazze si trasformeranno e, superate le difficoltà iniziali, si dedicheranno totalmente alla casa di cura, tanto da doverla salvare dalle mani del direttore truffatore.

Le Badanti

Le Badanti mette nella stessa inquadratura giovinezza e vecchiaia. Per Marco Pollininegli ultimi anni, con l’anzianità, le badanti sono diventate parte della vita di molti, non solo in Italia ma nella maggior parte dei paesi del sud del mondo”. Protagoniste sono tre ragazze extracomunitarie ancora belle ed attraenti, arrivate a metà di una vita che detestano e che non vogliono più vivere: “sono giovani donne in evoluzione che passano da una vita dedicata a se stesse o ai loro fidanzati-sfruttatori ad una vita dedicata agli altri” ha spiegato il regista.

“Il mio film vuole sottolineare il ruolo delle donne, forti e determinate, che con la loro caparbietà riesco a uscire da situazioni terribili ed a ricostruire la loro vita”

Marco Pollini