le petit garçon de Novosibirsk septembre 1967

Wanted Zone, a dicembre due rassegne di film e documentari d’arte

le petit garçon de Novosibirsk septembre 1967

Nel mese di dicembre, la piattaforma virtuale Wanted Zone, propone due rassegne cinematografiche tematiche con proiezioni di documentari, film di finzione e incontri on demand dedicati all’arte e alla musica. Per ciascuna settimana 10 titoli per 10 giorni a soli 10 Euro.Si parte proprio con l’arte, durante la settimana dal 3 al 13 dicembre infatti, sulla piattaforma saranno disponibili in streaming dieci documentari dedicati a grandi artisti, fotografi, pittori, architetti e scrittrici che hanno segnato la storia contemporanea.

"Emilio Vedova. Dalla Parte Del Naufragio"

“Emilio Vedova. Dalla Parte Del Naufragio”

Oltre ai titoli di catalogo da segnalare in anteprima il documentario Aalto, diretto da Virpi Suutari. Un viaggio nella vita e nel lavoro di uno dei più grandi architetti moderni, il finlandese Alvar Aalto, attraverso materiali d’archivio inediti e lo scambio epistolare con la moglie e architetto Aino, due grandi artisti che hanno ridefinito l’architettura e il design mondiale e che hanno segnato il design scandinavo mettendo al centro del lavoro la relazione con la natura e l’importanza della luce. Le proiezioni verranno accompagnate da due eventi: il primo in collaborazione con Milano Design Film Festivalmercoledì 9 dicembre alle 21 introdotto da Silvia Robertazzi, direttrice del festival, e l’altro in collaborazione con Artek e Artribune.

Si comincia con Banksy Does New York, il documentario di Chris Moukarbel su una delle figure più controverse ed enigmatiche di questi anni: l’artista di strada dall’identità sconosciuta, Banksy. Dall’arte urbana alla fotografia con il titolo Robert Doisneau – La Lente Delle Meraviglie della regista Clementine Deroudille (foto copertina). Uno straordinario ritratto di uno dei più grandi fotografi del XX secolo, noto per capolavori immortali come “Il bacio” e per il suo approccio profondamente umanista verso l’Arte. In programmazione anche Emilio Vedova – Dalla Parte Del Naufragio diretto da Tommaso Pessina con la voce di Toni Servillo. Il documentario è stato presentato alla Mostra del Cinema di Venezia ed è un appassionato racconto della vita del grande pittore veneziano narrato attraverso le pagine dei suoi diari, rari materiali d’archivio e preziosi contributi di artisti, curatori e amici. Inoltre, il 4 dicembre, è previsto un incontro streaming che vede la partecipazione del con regista in collaborazione con l’Accademia Belle Arti Venezia e la Fondazione Vedova.

.

“McEnroe – L’Impero Della Perfezione”

Spazio poi a McEnroe – L’Impero Della Perfezione, uno dei documentari più acclamati dalla critica degli ultimi anni. Diretto da Julien Faraut, questo lavoro è un omaggio non solo sulla figura rocambolesca e geniale del tennista John McEnroe ma è un saggio teorico sul Cinema accompagnato dalla voce di Mathieu Amalric e introdotto dalla godardiana premessa “La politica, il cinema e la letteratura possono mentire, lo sport no”. Tra gli altri titoli Station To Station, un progetto voluto dall’artista Doug Aitken, che esplora il mondo della creatività moderna, Citizen Jane – Battle For The City di Matt Tyrnauer che racconta la storica battaglia della scrittrice Jane Jacobs contro il piano urbanistico di riqualificazione di New York e poi ancora due documentari d’arte: Alla Ricerca di Van Gogh di Haibo YuTianqi Kiki Yu che racconta del mercato della riproduzione di grandi capolavori d’arte e riflette sulla riproducibilità tecnica del mondo contemporaneo e Hyeronimus Bosch – Unto Dal Diavolo di Pieter van Huystee che ripercorre la vita e le opere di uno dei più ambigui artisti di sempre, conosciuto in tutto il mondo per le sue raffigurazioni mostruose e per le allegorie dei mali che affliggono l’umanità. Infine disponibile anche Big Time di Kaspar Astrup Schröder. Il documentario è incentrato sull’architetto star Bjarke Ingels a cui viene affidato il difficile compito di una struttura che prenda il posto delle Twin Towers ma la vita privata de Ingels lo porta alla scelta di difficili compromessi.