WONDER PARK tells the story of a magnificent amusement park where the imagination of a wildly creative girl named June comes alive.

Wonder Park, la Luce oltre l’Oscurità

Giovedì 11 aprile arriva nei nostri cinema Wonder Park, il film d’animazione scritto e prodotto da André Nemec e Josh Appelbaum e basato su una storia di Robert Gordon. Wonder Park è un’avventura che celebra l’importanza della famiglia, il potere della fantasia, e la forza del lavoro di squadra e della fiducia in se stessi.

Il film

Immaginate un parco giochi unico, magico, dove le giostre sfidano la legge di gravità e lasciano i visitatori a bocca aperta, dove personaggi variopinti e attrazioni mozzafiato incantano il pubblico proveniente da ogni parte del mondo. Questo è il luogo concepito da una bambina prodigio di 8 anni, un piccolo genio di matematica e aspirante ingegnere di nome June. Nell’intimità della loro casa, June e sua madre hanno costruito Wonderland, con una giostra di pesci volanti e cascate che brillano come i fuochi d’artificio del 4 luglio. June adora trascorrere le sue giornate a costruire Wonderland, dando sfogo a tutta la sua immaginazione per creare un parco che possa essere ammirato da tutti i bambini. Il parco è gestito da un impresario, lo scimpanzé di nome Peanut, che con il suo pennarello colorato, disegna un mondo spettacolare e spassoso, insieme a un gruppo di animali ispirati alla collezione di peluche di June.

June

June

Ma quando la madre di June si ammala gravemente, la ragazza abbandona la creazione del parco e dichiara di non voler più sentir parlare di Wonderland. Ma, a quanto pare, sarà proprio il parco a non voler abbandonare June. Un giorno, mentre la bambina  passeggia senza meta nei boschi, si ritrova in una radura incantata dove Wonderland ha preso vita, insieme ai suoi amici immaginari: Boomer, l’orsetto che accoglie gli ospiti del parco; Steve, il porcospino addetto alla sicurezza; Greta, un cinghiale pieno di buon senso; e i due castori manutentori Cooper e Gus. Una misteriosa Oscurità aleggia però sul parco, e, come se non bastasse, Peanut è scomparso. Il parco viene attaccato da un’orda di adorabili e ossessivi Chimpazombie che seminano caos e distruzione. Per salvare la sua magnifica creazione, June parte alla ricerca di Peanut e scopre il mistero dell’Oscurità prima che Wonderland  venga distrutta per sempre.

WONDER PARK tells the story of a magnificent amusement park where the imagination of a wildly creative girl named June comes alive.

L’Oscurità e la Luce

Al di là del puro divertimento, Appelbaum e Nemec hanno voluto sviluppare una storia avvincente anche dal punto di vista delle emozioni, esplorando il tema della crescita e della perdita affettiva. Il duo si augura che il film ricordi al pubblico che anche se qualcuno non è più fisicamente presente, il suo ricordo può continuare a produrre un’influenza positiva nella nostra vita: “anche nei momenti più difficili, si può diventare migliori – afferma Nemec i ricordi che ci portiamo dentro, ci danno conforto, quindi vanno preservati. Come dice June alla fine del film, L’Oscurità non è andata via, ma forse è lì per ricordarci che siamo circondati dalla luce. L’Oscurità fa parte della vita. A ognuno di noi può capitare di attraversare momenti bui, più o meno lunghi. Ma la presenza del buio è necessaria a farci apprezzare la luce”.