(Photo Credit Stefania Rosini)

ZeroZeroZero, dalla penna di Roberto Saviano la serie di Stefano Sollima

(Photo Credit Stefania Rosini)

Presentata in anteprima all’ultima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, venerdì 14 febbraio su Sky Atlantic (e su Now Tv) debutta ZeroZeroZero, la serie Sky Original diretta da Stefano Sollima e tratta dall’omonimo libro di Roberto Saviano edito da Feltrinelli. La serie – diretta da Sollima, Jamus Metz e Pablo Trapero – è un ambizioso affresco a tinte crime sulle rotte globali della cocaina, girato in 3 continenti (America, Europa, Africa), in 5 paesi lontanissimi fra loro  (Italia, Messico, Marocco, Louisiana e Senegal) e con protagonista un cast internazionale: Andrea Riseborough, Dane DeHaan, Gabriel Byrne, Harold Torres, Giuseppe De Domenico, Adriano Chiaramida, Francesco Colella e Tcheky Karyo.

La serie

ZeroZeroZero è una serie action drammatica che racconta il percorso della merce più distribuita al mondo, da chi la vende a chi l’acquista, passando per gli intermediari, coloro che muovono il carico, tutti connessi dal filo conduttore del traffico mondiale. La serie segue il viaggio di un carico di cocaina, dal momento in cui un potente clan della ‘Ndrangheta decide di acquistarlo fino a quando viene consegnato e pagato. Il commercio internazionale di cocaina affonda le sue radici nella fragile rete che collega potenti organizzazioni e individui senza scrupoli. Attraverso le storie dei suoi personaggi, ZeroZeroZero getta luce sui meccanismi con cui l’economia illegale diventa parte dell’economia legale e su come entrambe siano collegate a una spietata logica di potere e controllo che influenza le vite e le relazioni delle persone: i cartelli messicani che gestiscono la produzione di droga, le organizzazioni criminali italiane che ne amministrano la distribuzione in tutto il mondo e gli uomini e le donne d’affari americani che, al di sopra di ogni sospetto, controllano la quantità apparentemente infinita di denaro coinvolta in questo giro di affari.

ZeroZeroZero racconta cosa succede quando uno degli ingranaggi di questo immenso meccanismo si rompe proprio mentre una massiccia partita di cocaina viene spedita dal Messico verso l’Europa. Un’epica lotta per il potere si scatena coinvolgendo tutti i livelli di questa gigantesca piramide criminale, dallo spacciatore all’angolo della strada fino al più potente boss della malavita organizzata internazionale: i loro introiti e le loro stesse vite sono in pericolo.

(Photo Credit Patti Perret)

(Photo Credit Patti Perret)

Roberto Saviano racconta…

Non esiste mercato al mondo che renda più di quello della cocaina. Non esiste investimento finanziario al mondo che frutti come investire in cocaina. Nemmeno i rialzi azionari da record sono paragonabili agli “interessi” che dà la coca. Se investissi oggi 1000 euro in azioni Apple, dopo un anno me ne tornerebbero 1600; ma se investo la stessa cifra in cocaina, dopo un anno me ne tornano 182mila. Da tempo studio queste dinamiche e più scendo nei gironi imbiancati dalla coca, più mi accorgo che la gente non sa. Scrivere di cocaina è come farne uso. Vuoi sempre più notizie, più informazioni, tutte le storie che scovi sono importanti perché ti aiutano a completare il quadro. In breve, non puoi farne a meno: sei in qualche modo “addicted”. Davanti a te vedi l’asticella dell’assuefazione che non fa che alzarsi e preghi di non andare mai in crisi di astinenza”. 

“Per questo continuo a raccogliere dettagli, fino alla nausea, più di quanto sarebbe necessario, senza riuscire a fermarmi. Sono fiammate che divampano accecanti. Assordanti pugni nello stomaco. A volte mi chiedo: ma perché questo rumore lo sento solo io? La coca è come un fiume impetuoso che scorre sotto le grandi città, un fiume che nasce in Sudamerica, passa dall’Africa e si dirama ovunque. Uomini e donne passeggiano per via del Corso a Roma e per i boulevard parigini, si ritrovano a Times Square e camminano a testa bassa lungo i viali londinesi. Sotto di loro il fiume bianco, impetuoso, scorre non visto, scorre inascoltato. A questo fiume ho dato una voce e un nome: ZeroZeroZero“.

(Photo Credit Stefania Rosini)

(Photo Credit Stefania Rosini)

Stefano Sollima racconta…

Il mercato, la produzione, i consumi, i modi di vivere e i modi di pensare, tutto è connesso in un mondo globale dove un flusso continuo di scambi commerciali porta ogni giorno milioni di merci a milioni di persone. Con ZeroZeroZero raccontiamo i percorsi di una sola di queste merci, forse la più universalmente diffusa, la più trasversalmente consumata, sicuramente la più redditizia. Seguiremo una nave portacontainer dal suo punto di partenza in Messico fino alla sua destinazione in Calabria attraversando il mondo e le storie dei nostri personaggi, raccontando come il traffico di questa “merce” piuttosto speciale influenzi il mercato, l’economia mondiale e anche la nostra vita. Questa merce è la cocaina, il suo viaggio il nostro viaggio“.