A United Kingdom 0

A United Kingdom di Amma Asante, l’amore che ha cambiato la Storia

David Oyelowo e Rosamund Pike sono i protagonisti di A United Kingdom – L’Amore Che Ha Cambiato la Storia, il film diretto da Amma Asante basato su Colour Bar, il libro scritto da Susan Williams. La pellicola, che narra eventi straordinari realmente accaduti, sarà al cinema da giovedì 2 febbraio.


Nel 1947, Seretse Khama (David Oyelowo), erede al trono del Botswana, incontra in un bar Ruth Williams (Rosamund Pike), impiegata bianca londinese e tra loro è amore a prima vista. Un amore travolgente e passionale, che in breve tempo spinge i due a convogliare a nozze. Ruth è affascinata dall’ostinata volontà di Seretse di lottare per un mondo più giusto e decide dal primo momento di sposare e condividere quella stessa visione.

Entrambi percepiscono la necessità di un cambiamento: Seretse vede nuove opportunità per il suo popolo in seguito all’indebolimento del potere dell’Impero Britannico, Ruth intuisce la possibilità di una “vita più grande”, più importante nel movimento delle donne per l’indipendenza e per l’uguaglianza.

Rosamund Pike e David Oyelowo

Rosamund Pike e David Oyelowo

Pur essendo il loro un amore autentico, la loro unione interraziale incontra l’opposizione non solo da parte delle famiglie, ma anche dei governi britannico e sudafricano. In Sudafrica era stata introdotta di recente la politica dell’apartheid e l’idea di una coppia interraziale – che per giunta coinvolge il futuro re del Botswana – è intollerabile. Il governo inglese si oppone con forza a questa unione in seguito alle minacce del Sudafrica di negare l’accesso alle risorse di uranio e di oro, e di invadere il Botswana.

Seretse viene dunque costretto all’esilio dalla sua terra e alla separazione dalla sua amata Ruth, che si trova a portare avanti la gravidanza da sola in Botswana, osteggiata dagli abitanti del posto che la vedono come un pericolo per il loro paese. Nonostante le terribili pressioni dei governi, il legame tra Seretse e Ruth non vacilla mai, ma è linfa vitale per questa battaglia: una battaglia combattuta in nome dell’amore, dell’uguaglianza e dell’indipendenza di un intero paese.

Seretse e Ruth

Seretse e Ruth

A United Kingdom, secondo le parole di Amma Asante, è “una storia tanto britannica quanto africana. È stato importante per me immedesimarmi in tutti i suoi personaggi, inclusi anche i politici britannici le cui azioni possono apparire razziste ma la cui motivazione era quella di proteggere i loro interessi nazionali. Ho voluto mostrare la reale situazione politica del governo britannico”.

La regista ha fatto la scelta di raccontare la storia attraverso gli occhi sia di Seretse che di Ruth: “il pubblico di colore potrà vivere l’esperienza di essere l’altro. Quando Ruth arriva in Bechuana è lei l’estranea, è lei ad esser guardata con sospetto. Quindi il tema dell’altro è raccontato sia quando Seretse si trova a Londra che quando lei è in Africa. Ciascuno è nel territorio dell’altro. Volevo mostrare Ruth alla ricerca disperata di farsi accettare dal popolo del Botswana, ma non come una “salvatrice bianca”. Aveva bisogno del loro sostegno ed è proprio entrando a far parte della comunità che sia lei che i Bangwato sono diventati padroni del loro destino”.

L'amore più forte di tutto

L’amore più forte di tutto

Penso che abbiamo raggiunto un punto in cui possiamo raccontare le storie africane attraverso gli occhi dei personaggi africani e questo è davvero importante per me – continua Amma Asantesignifica che le persone di colore possono essere il centro delle loro storie”. A United Kingdom, pur trattando tematiche politiche, è soprattutto la storia d’amore di Ruth e Seretse: “quello che mi ha attratto di Ruth e Seretse non era tanto il loro matrimonio interrazziale, ma ciò che ne è conseguito, la ricaduta politica e il modo in cui hanno affrontato il forte pregiudizio. Il fatto che Seretse e Ruth abbiano combattuto per il loro amore e per il loro Paese è quello che mi ha attratto di più”.

“L’eredità di Sir Seretse Khama vive nel suo paese che continua ad essere un faro splendente di luce e di ispirazione”.

Nelson Mandela