Abbas Kiarostami

Abbas Kiarostami, su MioCinema una rassegna in suo omaggio

Martedì 22 giugno 2021 il regista Abbas Kiarostami avrebbe compiuto 81 anni. Per ricordarlo, MioCinema in quel giorno gli dedica Un Compleanno da Amare, un omaggio che proporrà al pubblico tre film della sua più recente filmografia: Tickets (2005), Copia Conforme (2010) e Qualcuno Da Amare (2012). Attento osservatore della sensibilità umana, Kiarostami non è stato solo un regista, ma anche poeta, pittore, illustratore, fotografo, scultore, sceneggiatore, montatore. Un connubio di arti che si fonde nel suo cinema dando vita ad opere di grande potenza e intensità, sempre capaci di emozionare.

Juliette Binoche in "Copia Conforme" (2010)

Juliette Binoche in “Copia Conforme” (2010)

Tickets (2005)

Un gruppo di ragazzi, una famiglia di clandestini, una donna arrogante, vari personaggi, con e senza biglietto, si incontrano durante un viaggio in treno attraverso l’Europa con destinazione Roma. Il film vede la collaborazione di tre grandi autori, Abbas Kiarostami, Ermanno Olmi e Ken Loach nel racconto di un viaggio a bordo di un treno che dal centro Europa viaggia fino a Roma, sul quale prendono vita, tre diverse storie firmate dai tre registi.

Copia Conforme (2010)

James (William Shimell) è uno scrittore inglese giunto in Italia per tenere una conferenza sulla stretta relazione tra l’originale e la copia nell’arte, argomento del suo ultimo libro. Nell’occasione conosce una giovane gallerista d’origine francese (Juliette Binoche, per questa prova premiata al Festival Cannes come Miglior Attrice) e con lei si intrattiene amabilmente tra le stradine di un piccolo paese del sud della Toscana. Ben presto, però, James si ritrova coinvolto in un gioco pericoloso in cui sarà difficile riconoscere il vero dal falso.

Rin Takanashi in "Qualcuno Da Amare" (2012)

Rin Takanashi in “Qualcuno Da Amare” (2012)

Qualcuno Da Amare (2012)

Tokyo. Akiko (Rin Takanashi) è una giovane studentessa che si prostituisce con uomini facoltosi per pagarsi gli studi. Un giorno incontra un professore universitario sessantenne, che prende a cuore la sua situazione e comincia a prendersi cura di lei. In questo film Kiarostami esplora la cultura giapponese facendo allo stesso tempo riscoprire l’universalità delle emozioni e dei sentimenti.