Black Art Matters 0

Black Art Matters, il documentario sulle battaglie degli artisti afroamericani

Diretto e prodotto Sam Pollard sabato 12 giugno in prima visione su Sky Arte (canali 120 e 400 di Sky) alle 21.15 in streaming su NOW, Black Art Matters, l’importante lavoro documentaristico che racconta le battaglie degli artisti afroamericani per entrare a far parte del mondo artistico delle gallerie e dei musei, la ricerca di un riconoscimento e i progressi che mostrano la strada da seguire nel futuro e fanno sperare in un mondo culturale sempre più aperto.

Black Art Matters 1

Nel 1976 l’artista afroamericano David Driskell è stato curatore di quella che è divenuta la mostra e l’evento cardine per le sorti della Black Art fino a quel momento. Per la prima volta più di 200 opere d’arte e 63 artisti si ritrovarono negli spazi espositivi del Los Angeles County Museum of Art. Questa esposizione fu una svolta epocale per gli artisti della comunità afroamericana che si ritrovarono, per la prima volta a condividere la propria arte negli spazi che fino ad allora, in nome di pregiudizi provenienti dalle leggi razziali, gli erano stati preclusi, sentendosi per una volta riconosciuti come artisti e partecipando attivamente alla vita della comunità artistica. La mostra ebbe un successo tale da essere replicata in altri musei, come alla Dallas Museum of Fine Arts, all’High Museum of Art di Atlanta e al Brooklyn Museum. Questo documentario raccoglie le testimonianze degli artisti e dei curatori presenti all’epoca e che mettono in luce lo straordinario impatto che proprio quella mostra ebbe sulle generazioni degli artisti afroamericani, facendo in modo che trovassero, come corrente artistica, il loro giusto posto nel mondo dell’arte del XXI secolo, e soprattutto creando lo spazio necessario per le generazioni del futuro.

Black Art Matters 2

Inoltre è un’introduzione vitale e illuminante al lavoro di alcuni dei più importanti visual artist afroamericani oggi, tra cui Theaster Gates, Kerry James Marshall, Faith Ringgold, Amy Sherald e Carrie Mae Weems, il film è una preziosa testimonianza dei contributi indelebili degli artisti neri americani al mondo dell’arte contemporanea.