MEMORIE_in viaggio verso Auschwitz002

Giornata Della Memoria, in tv tanti documentari da non dimenticare

Per ricordare le vittime dell’Olocausto nell’annuale commemorazione internazionale della Giornata della Memoria, il 27 gennaio, data della liberazione del campo di concentramento di Aushwitz da parte dell’esercito sovietico, arrivano in tv alcuni documentari molto importanti per non dimenticare.

"L’Uomo Per Bene - Le Lettere Segrete Di Heinrich Himmler"

“L’Uomo Per Bene – Le Lettere Segrete Di Heinrich Himmler”

Sky Arte

Sky Arte, in occasione di questa importante ricorrenza, ha previsto film e documentari, che raccontino, con approfondimenti storici e con ricostruzioni dettagliate gli orrori della persecuzione nazista. Mercoledì 27 gennaio la prima visione delle 21.15 sarà L’Uomo Per Bene – Le Lettere Segrete Di Heinrich Himmler, un importante e convincente documentario che prova a spiegare la storia di uno dei maggiori responsabili degli orrori nazisti, celata dietro una normale vita familiare. Heinrich Himmler è agli occhi del mondo, lo sterminatore di massa; e attraverso centinaia di lettere private, documenti, diari e fotografie, il film tratteggia una biografia da un punto di vista inedito e svela i pensieri nascosti, gli ideali, i piani, i segreti del comandante delle SS, dell’architetto della Soluzione Finale.

A precederlo, alle 20.15 verrà riproposto il documentario 1938, Diversi: Le Leggi Razziali Del Fascismo. Alle 22.45 il documentario Chi Scriverà La Nostra Storia, che narra la storia dell’archivio Ringelblum, dove, nel 1940, nel pieno centro del ghetto di Varsavia, Emanuel Ringelblum guidò una resistenza segreta con giornalisti, studiosi e leader della comunità ebraica. A seguire, alle 00.30, ci sarà il racconto Auschwitz – Il Processo, sul primo processo al noto campo di concentramento tenutosi a Francoforte, a cavallo tra gli anni ’50 e gli anni ’60. Per la prima volta nella storia vennero alla luce i crimini orribili commessi nei campi di sterminio. Infine all’1.30 1938 – Lo Sport Italiano Contro Gli Ebrei di Matteo Marani.

"1938: Diversi"

“1938: Diversi”

History Channel

Su History Channel, per la rassegna I Giorni Della Memoria, andranno in onda: Terra Bruciata! Il Laboratorio Italiano Della Ferocia (lunedì 25 alle 22.40) Il film che narra le vicende storiche avvenute durante la Seconda Guerra Mondiale nei territori del Basso Lazio e dell’Alto Casertano, il primo territorio italiano a diventare “zona di operazioni” sottoposto alle leggi di guerra tedesche. La Casa Rossa (martedì 26 alle 22.40): giugno 1940. A pochi chilometri da Alberobello, patrimonio mondiale dell’Unesco, il regime fascista apre un campo di concentramento, in cui internare cittadini stranieri, ebrei, jugoslavi delle zone di confine e altre persone considerate potenzialmente sovversive. Il campo di Alberobello ha sede in un’antica Masseria, comunemente conosciuta con il nome di Casa Rossa.

E poi ancora: Fossoli: Anticamera Per L’Inferno (Martedì 26 alle 23.30) documentario che racconta la storia del Campo di Fossoli, nei suoi 28 anni di attività (dal 1942 al 1970) con focus specifico sul periodo Dicembre 1943 – Novembre 1944, e, in particolare, a partire dal 15 Marzo 1944, quando il campo viene diviso in due parti: una gestita dalla Repubblica Sociale Italiana ed una gestita direttamente dalle SS naziste. Inferno Mittelbau Dora (Mercoledì 27 alle 22.40). Mittelbau Dora è l’ultimo campo di concentramento costruito dai nazisti, il lager più duro presente in Germania. Nelle sue gallerie sotterranee i prigionieri lavorano senza sosta alla produzione dei missili V2, le armi segrete progettate dallo scienziato von Braun che, nei piani di Hitler, avrebbero dovuto cambiare le sorti della Seconda Guerra Mondiale e annientare i nemici del Terzo Reich.

image009

Focus

Centrale anche la proposta su Focus (35 del dtt). Il 26 gennaio, in prima serata, la rete tematica dedicata alla divulgazione propone la versione cinematografica inedita di Lili Marlene – La Guerra Degli Italiani: la produzione originale VideoNews, in 110 minuti racconta l’ingresso dell’Italia nel Secondo conflitto mondiale. Storie poco conosciute, eventi drammatici, composti in un racconto che parte dal basso, attraverso vicende di cittadini comuni e le testimonianze di figure come Giorgio Napolitano, Eugenio Scalfari, Gianni Letta, Dacia Maraini, Renzo Arbore, Pippo Baudo, le Kessler, Pupi Avati. Firmato Pietro Suber, il lavoro è candidato ai David di Donatello 2021, nella sezione Documentari. Il 27 gennaio, dalle ore 21.15, spazio a due documenti-verità in prima visione assoluta: L’Orrore di Natzweiler-Struthof – Storia Di Un Campo Nazista e Le Donne di Ravensbruck. Il primo, Memories of a Nazi Camp, di Anne-Sophie Chaumier Le Conte dà conto degli esperimenti medici condotti dai nazisti sui prigionieri. Il secondo, Women of Ravensbruck, prodotto da Mindy e Tim Thelen, racconta i campi di concentramento riservati a donne e bambini, con filmati, fotografie, disegni e manufatti sopravvissuti alla Seconda guerra mondiale. Chiude, infine, A German Life: La Segretaria di Goebbels, intervista-shock a Brunhilde Pomsel, storica collaboratrice di Joseph Goebbels, che serenamente fece in modo di ignorare ciò che accadeva sotto ai suoi occhi.