Alberto Sordi - Il maestro di Vigevano

L’Umanità Fragile, al MUPAC di Colorno una mostra fotografica su Alberto Sordi

Alberto Sordi - Il maestro di Vigevano

Venerdì 26 agosto al Museo dei paesaggi di terra e di fiume – MUPAC – di Colorno sarà inaugurata la mostra fotografica di Fondazione 3M L’Umanità Fragile, dedicata ad Alberto Sordi. L’esposizione raccoglie le immagini scattate sui set di molti film di cui l’attore romano è stato protagonista, facendo emergere la sua abilità nel mettere in scena – attraverso i suoi celebri personaggi – le caratteristiche antropologiche dell’italiano medio dal dopoguerra. Tutte le opere, che rimarranno esposte fino al 7 novembre, appartengono all’archivio di Fondazione 3M (proprietaria di uno storico archivio fotografico di 110 mila immagini, che celebra quest’anno il suo 20° anniversario).

Alberto Sordi - Vacanze d'inverno

Alberto Sordi – Vacanze d’inverno

La fotografia si dimostra un mezzo di grande efficacia nel sottolineare i gesti, le posture e gli sguardi di Alberto Sordi, permettendo di entrare nel mondo dei suoi personaggi – da Sasà Scimoni, a Ubaldo Impallato, ad Antonio Mombelli – cui sa dare vita con una espressività ogni volta ricca di sfumature diverse, coniugando la dimensione del grottesco e quella del tragico. Dietro lo sguardo severo del maestro di “Bravissimo” e quello baldanzoso del maturo provinciale de Il Diavolo, le espressioni enfatiche dell’incapace imprenditore de “Il boom” e la normalità tragicamente spiazzata di cui è vittima il protagonista de “l Mafioso, si nasconde un’umanità fragile che ride anche quando non dovrebbe, fantastica imprese che non porterà a compimento e obbedisce alle direttive borghesi più convenzionali.

Alberto Sordi - La Grande Guerra

Alberto Sordi – La Grande Guerra

La mostra L’Umanità Fragile sarà presentata da Daniela Aleggiani, Vice Presidente e Segretaria Generale di Fondazione 3M, venerdì 26 agosto alle 21.00 all’interno dell’Aranciaia del MUPAC di Colorno, in Piazzale Vittorio Veneto 12. L’esposizione, allestita presso lo stesso museo, sarà aperta al pubblico – con ingresso libero – a partire dal 27 agosto ogni sabato dalle 15.30 alle 18.30 e ogni domenica dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.30 alle 18.30, fino al 7 novembre.