ZcZ 0

Zombie Contro Zombie, la commedia di Ueda Shinichiro è già cult

Basato sullo spettacolo teatrale Ghost in the Box! di Ryoichi Wada, solo dal 7 al 9 novembre arriva al cinema Zombie Contro Zombie, il film scritto e diretto da Ueda Shinichiro, un film che deraglia e spiazza, giocando con i canoni del cinema horror per metterli al servizio di una commedia esilarante ed inattesa.


Zombie Contro Zombie

Una troupe cinematografica e un magazzino abbandonato: la location perfetta per girare un film sugli zombie. Soprattutto se il budget della produzione è rasoterra. C’è solo un piccolo dettaglio che di perfetto ha ben poco: là dentro, in passato, sono stati compiuti misteriosi esperimenti militari e il magazzino, adesso, pullula di morti viventi. Riusciranno i nostri eroi a vendere cara la pelle? Quella di Shinichiro è una zom-com su cui il Far East Film Festival di Udine ha scommesso per primo a livello internazionale (pubblico in delirio, lo scorso aprile, e Gelso d’Argento 2018 assegnato a furor di popolo).

ZcZ 1

Subito un cult

Zombie Contro Zombie sembra appartenere da subito alla categoria cult, da diversi punti di vista. Sotto il profilo cinematografico, grazie a una struttura che moltiplica (sorprendentemente) i piani narrativi e grazie alla capacità di fondere commedia e horror, risate e splatter, come non succedeva da anni. Sotto il profilo dell’orgoglio indie, perché trasforma i limiti evidentissimi del low budget (del low low low budget) nella più sfacciata libertà creativa. E, ovviamente, sotto il profilo della produzione e del marketing, visto che Zombie Contro Zombie è passato in un battere di ciglia dall’essere un bizzarro outsider al diventare un clamoroso fenomeno commerciale.

ZcZ 2

Un successo di pubblico

Nato come saggio di un workshop cinematografico e costato circa 20 mila dollari, Zombie Contro Zombie ha letteralmente disintegrato il box office giapponese nell’arco dell’estate (l’incasso complessivo, al momento in cui scriviamo, ha superato i 20 milioni di dollari, per un totale di quasi 2 milioni di spettatori!) e ora si appresta ad assaltare il mercato asiatico ed europeo. Italia in testa.