Foto di Alessandro Pensini

Dante a Memoria, in teatro arriva l’impresa fantastica di Giorgio Colangeli

Foto di Alessandro Pensini

Al Teatro di Roma prosegue la celebrazione del Padre della poesia e della lingua italiana a 700 anni dalla sua morte con L’Impresa Fantastica Dell’Attore Colangeli, che da lunedì 10 a giovedì 13 maggio porta sul palcoscenico dell’Argentina la Divina Commedia di Dante attraverso la performance straordinaria di Giorgio Colangeli, tra i pochissimi ad aver imparato l’intera opera a memoria.

Foto di Alessandro Pensini

Foto di Alessandro Pensini

L’impresa di Giorgio Colangeli

Giorgio Colangeli si cimenta in un corpo a corpo con il testo dell’immenso cantore affrontato nella sua integrità, che diventa suono, oralità, flusso cui abbandonarsi, rivivendone e riscoprendone il detto in un rituale teatrale collettivo. La memoria e la poesia declamata sono al centro di questo percorso, nel quale l’attore dedicherà due performance a Inferno e Purgatorio – rispettivamente lunedì 10 e martedì 11 maggio (ore 10.30 prima parte e ore 18 seconda parte) e tre al Paradiso mercoledì 12 maggio (ore 10.30 prima parte e ore 18 seconda parte) e giovedì 13 maggio (dalle 18.00 terza parte). I costumi di scena, che fanno riferimento alle categorie professionali dei vigili del fuoco, della protezione civile e degli infermieri, saranno il punto di contatto con un oggi in cui la parola dantesca è più che mai fondamentale per rinnovare la comprensione della nostra esistenza; in questa chiave, la poesia detta della Commedia viaggerà in un mondo nuovo, moderno, rappresentando così le categorie che accompagnano noi tutti nel viaggio terreno e che ci aiutano nei momenti di difficoltà e di cura.

Foto di Alessandro Pensini

Foto di Alessandro Pensini

I prossimi appuntamenti 

L’iniziativa Dante a Memoria – realizzata dal Teatro di Roma con il sostegno e la collaborazione del Comitato Nazionale per la celebrazione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri – continua il suo percorso con gli appuntamenti all’Argentina del 9 maggio e 6 giugno (ore 11) del ciclo di lectio, Le Parole di Dante, affidate a studiose e studiosi, autori e autrici, docenti, introdotti dall’autore Paolo Di Paolo, con un programma musicale concepito da Roma Tre Orchestra e ispirato alle tre cantiche della Commedia; e il 3 giugno con la restituzione sempre al Teatro Argentina – con la collaborazione musicale di Roberto Gori e di Massimo Massara Sigillò per la parte corale, di Alessandro Arfuso per il testo e di Loredana Spadoni per le scene e i costumi – del progetto teatrale e musicale Per Cmiglior Acque Alza Le Vele, curato da Roberto Gandini e da sei attori e attrici – Roberto Baldassari, Jessica Bertagni, Maria Teresa Campus, Simonetta Graziano, Lorenzo Parrotto e Tiziana Scrocca – nell’ambito del Laboratorio Teatrale integrato Piero Gabrielli, che coinvolge circa 300 ragazzi/e oltre che docenti e artisti/e.