Papà Non Mettermi In Imbarazzo 0

Papà Non Mettermi In Imbarazzo! Jamie Foxx nella nuova sitcom di Netflix

A partire da mercoledì 14 aprile sarà disponibile online alla visione on demand Papà, Non Mettermi In Imbarazzo! la serie originale Netflix che – in otto puntate – racconta il rapporto tra genitori e figli (adolescenti). Vero e proprio tv-show, quasta nuova sitcom multicamera è stata diretta da Ken Whittingham è ha come protagonisti Jamie Foxx e Kyla-Drew. Oltre Foxx (che torna a collaborare con l’ideatore della serie, lo showrunner Bentley Kyle Evans, già autore di The Jamie Foxx Show) e Kyla-Drew a completare il cast della serie (che oltre a Netflix sarà visibile anche su SkyQ) sono: David Alan Grier, Porscha Coleman, Jonathan Kite, Heather Hemmens, Valente Rodriguez e Miracle Reigns.

La serie

Brian Dixon (Jamie Foxx) è un imprenditore di successo, ma soprattutto un padre single, una condizione che non ha mai davvero vissuto, considerando come Sasha (Kyla-Drew), la sua figlia adolescente, sia cresciuta con la madre. Un giorno Brian si ritrova a occuparsi a tempo pieno della figlia aiutato da suo padre (David Alan Grier) e sua sorella (Porscha Coleman). Quattro persone ben diverse poste sotto lo stesso tetto, garanzia di scontri e ilarità. Per l’uomo tutto è ormai cambiato, di punto in bianco: da quando Sasha, decisamente cocciuta, è arrivata a casa sua, l’equilibrio esistente viene sconvolto. Brian però si deciderà a dare il massimo come genitore, mentre Sasha dovrà abituarsi a vivere in una nuova casa tanto caotica quanto piena d’amore.

Kyla-Drew e Jamie Foxx (Cr. SAEED ADYANI/NETFLIX © 2021)

Kyla-Drew e Jamie Foxx (Cr. Saeed Adyani/Netflix © 2021)

Il rapporto genitori-figli ai tempi dei social media

Ricca di emozioni e umorismo, Papà, Non Mettermi In Imbarazzo! è ispirata alla relazione di Jamie Foxx con la figlia Corinne, che è anche produttrice esecutiva della serie. Nella serie tv si esplora il vero valore della famiglia e il rapporto tra genitori e figli che, andando di pari passo con i tempi moderni, è cambiato, anche in relazione all’uso dei nuovi social media, come TikTok.