OD_D20_04640.RAF

Spiral – L’Eredità di Saw, Chris Rock in salsa horror per Darren Lynn Bousman

Mercoledì 16 giugno arriverà nelle sale Spiral – L’Eredità di Saw, il nuovo capitolo dell’iconica saga di Saw nuovamente diretto da Darren Lynn Bousman e con protagonisti Chris Rock, Max Minghella, Marisol Nichols e Samuel L. Jackson. Un thriller diabolico e contorto, con un climax scioccante e totalmente inedito.

Il film

Nel corso della parata del 4 luglio, un detective fuori servizio, Marv Bozwick, insegue un ladro vestito da Zio Sam, calandosi in una lurida fogna di scarico. Assalito da dietro da qualcuno che indossa una grottesca maschera di maiale, Bozwick si risveglia appeso per la lingua in un tunnel della metropolitana. Mentre si dimena sospeso a mezz’aria, un messaggio registrato gli offre una impossibile via di fuga: può scegliere se strapparsi la lingua e continuare a vivere, o restare lì a penzoloni e morire. Nell’oggettiva impossibilità di sfuggire alla trappola, Bozwick viene ucciso da un treno in corsa. Il giorno dopo, Ezekiel “Zeke” Banks (Chris Rock), un detective piuttosto pieno di sé, viene affiancato da un nuovo collega ancora in addestramento, il Detective William Schenk (Max Minghella). Incaricati di indagare insieme sull’orribile delitto della metropolitana, Banks e Schenk scoprono che la vittima era un loro collega e che la sua morte ricorda gli atroci delitti commessi da Jigsaw, un serial killer morto da tempo. Per risolvere il caso, Banks e Schenk vengono assegnati dal Capitano Angie Garza (Marisol Nichols) alla guida di una task force con cui setacciano l’intera città, passando al vaglio i risultati delle analisi forensi digitali, i video delle telecamere di sicurezza nonché i vecchi delitti imputati a Jigsaw.

Nel frattempo, Marcus Banks (Samuel L. Jackson), padre di Banks ed ex prestigioso capo della polizia ormai in pensione, li avverte che il responsabile di questa atrocità potrebbe in effetti essere un folle emulatore di Jigsaw. Quando un secondo detective della polizia viene trovato ucciso con le dita mozzate, in un’altra terribile trappola, Zeke si rende conto che c’è qualcuno che sta prendendo di mira i poliziotti corrotti della South Metro Police, per una vendetta personale. L’ironia vuole che anche Zeke sia stato stato in passato testimone durante un processo contro un collega corrotto, facendo infuriare suo padre e provocando il suo estraniamento dal resto delle forze dell’ordine. Mentre nella stazione di polizia continuano a essere recapitati macabri video con indizi raccapriccianti e criptici rebus, Zeke e Schenk precipitano nelle maglie del gioco infernale del folle assassino. Il numero delle vittime aumenta tragicamente quando alcuni poliziotti vengono ritrovati morti dopo essere stati scuoiati, ustionati con la cera bollente e mutilati con pezzi di vetro. In una disperata corsa contro il tempo alla ricerca del colpevole, Zeke scopre che il vero movente del killer è ancora più terrificante e personale di quel che abbia mai potuto immaginare. Nella folle escalation di atroci delitti, Zeke è chiamato a comporre il puzzle finale, sperando di uscire indenne dalle grinfie del sadico assassino e di assicurarlo alla giustizia.

Chris Rock e Marisol

Chris Rock e Marisol Nichols

Chris Rock in salsa horror

Chris Rock è noto soprattutto per la sua comicità prorompente, irresistibile e irriverente. Ciò che però gli spettatori non sanno, è che questo attore iconico è, per sua stessa ammissione, “un grandissimo fan” del genere horror – racconta l’attore – in particolare dei film di Saw, soprattutto quando mescolano una varietà di generi creando qualcosa di completamente nuovo. Al di là dell’horror e del sangue, i film di Saw sono dei bellissimi thriller”. Nel partecipare a Spiral – L’Eredità di Saw, il nuovo elettrizzante capitolo del libro di Saw, sia come protagonista che come produttore esecutivo, Rock ha sfruttato la sua vasta conoscenza del franchise, mirando a rendere omaggio al passato per inaugurare una nuova visione del franchise. “La mia idea – continua – era fare un salto di qualità e tracciare un nuovo percorso. Spiral conserva tutte le caratteristiche di un film di Saw ma esplora più a fondo gli spaventosi elementi psicologici che erano già presenti sotto la superfice: ci sono le trappole, c’è il sangue, ma c’è anche una storia e dei personaggi che susciteranno molta curiosità. Questo è il motivo per cui non considero questo un vero e proprio film di Saw. In realtà lo scopo è ricominciare daccapo per proseguire verso un’altra direzione”.

Chris Rock è convinto che i fan dell’horror apprezzeranno la pellicola: “è un vortice di eventi che producono un forte impatto su tutti i nostri sensi. È un film drammatico, un poliziesco ricco d’azione con un pizzico di commedia e un quintale di orrore estremo. In sostanza, possiede tutto ciò che si possa desiderare, comprese le trappole più terrificanti. Sono proprio queste a fare la differenza fra Saw e gli altri film horror”.

Samuel L Jackson

Samuel L Jackson

Il ritorno di Darren Lynn Bousman

Per dirigere SPIRAL – L’eredità di Saw, i produttori hanno voluto di nuovo Darren Lynn Bousman, il regista che ha diretto tre dei film più apprezzati del franchise: Saw II – La Soluzione Dell’Enigma (2005), Saw III – L’Enigma Senza Fine (2006) e Saw IV (2007), battendo il record di primo regista ad aver diretto tre grandi horror campioni di incassi. “Ho pensato che fosse arrivato il momento di girare qualcosa di completamente diverso – spiega il regista – stavolta è stato tutto nuovo, dalle riprese, al rapporto con gli attori, alla progettazione delle trappole”.