Il Paradiso Del Pavone 0

Il Paradiso Del Pavone, i (veri) sentimenti della famiglia allargata di Laura Bispuri

Domenica 5 settembre alla 78 Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, all’interno della sezione Orizzonti, verrà presentato Il Paradiso Del Pavone, il nuovo film diretto da Laura Bispuri che vede all’opera un ricco cast composto da: Dominique Sanda, Alba Rohrwacher, Maya Sansa, Carlo Cerciello, Fabrizio Ferracane, Leonardo Lidi, Tihana Lazović e Maddalena Crippa.

Dominique Sanda e Maya Sansa

Dominique Sanda e Maya Sansa

Il film

In un giorno d’inverno, Nena (Dominique Sanda) riunisce la famiglia per festeggiare il suo compleanno. Ci sono proprio tutti: il marito Umberto (Carlo Cerciello), i figli Vito (Leonardo Lidi) e Caterina (Maya Sansa) con la cugina Isabella (Yile Yara Vianello), la nuora Adelina (Alba Rohrwacher) e l’ex genero Manfredi (Fabrizio Ferracane) con la sua nuova fidanzata Joana (Tihana Lazović), la nipote Alma (la debuttante Carolina Michelangeli), la domestica Lucia (Maddalena Crippa) con sua figlia Grazia (Ludovica Alvazzi Del Frate). E poi c’è Paco, il pavone di Alma. Nell’attesa di un pranzo che non arriverà mai, Paco si innamora di una colombetta dipinta in un quadro. Un amore impossibile che mette in discussione tutta la famiglia, chiamata a riflettere sulla verità dei propri sentimenti e sul senso profondo di ciò che resta e di ciò che invece scompare per sempre.

Il pavone Paco

Il pavone Paco

Laura Bispuri racconta…

Ci sono film che insegui per anni e altri che all’improvviso entrano nella tua vita e ti sorprendono. Il Paradiso Del Pavone è un piccolo viaggio nell’intimità e nell’autenticità degli esseri umani: un film su una famiglia allargata in cui tutti si parlano ma nessuno si ascolta davvero. Finché un evento inaspettato costringe i protagonisti a guardarsi negli occhi e a svelarsi per ciò che sono. Ed è come se la loro vita diventasse improvvisamente la nostra, in uno specchio di sentimenti che ci fa riflettere sulla complessità dei rapporti umani, sul mistero della perdita, sulle mille voci che ci parlano da dentro, sull’importanza del silenzio, sulla nostra costante ricerca dell’amore”.