Joker 0

Joaquin Phoenix, il folle disagio del Joker

Dopo aver trionfato alla 76. Mostra Internazionale del Cinema di Venezia vincendo il Leone d’Oro come Miglior Film, giovedì 3 ottobre arriva nei nostri cinema l’attesissimo Joker diretto da Todd Phillips ed interpretato da un memorabile e stratosferico Joaquin Phoenix che si candida a vincere il prossimo Oscar come Miglior Attore Protagonista.

Il film

Joker è un film sul nemico per eccellenza ed è un racconto originale e autonomo, mai visto sul grande schermo. L’analisi sviluppata da Phillips del personaggio di Arthur Fleck, interpretato in maniera indimenticabile da Joaquin Phoenix, ci restituisce un uomo che cerca di trovare il suo posto nella società in frantumi di Gotham City. Clown di giorno, la notte aspira a essere comico di cabaret, ma si accorge di essere uno zimbello. Prigioniero di un’esistenza ciclica, tra apatia e crudeltà, Arthur prende una decisione sbagliata che innesca una reazione a catena di eventi, in questo crudo studio di personalità.

Joker è uno standalone originale, diverso da qualsiasi altro film apparso sul grande schermo fino a ora, che si regge sulla figura dell’iconico villain senza bisogno della sua famosa controparte. Nel cast anche Robert De Niro, Zazie Beetz, Frances Conroy, Brett Cullen, Glenn Fleshler, Bill Camp, Shea Whigham, Marc Maron, Douglas Hodge e Josh Paise Leigh Gill.

"Joker"

“Joker”

La complessità del Joker

Il regista Todd Phillips ha dichiarato: “mi ha sempre attratto la complessità di Joker e ho pensato che sarebbe stato interessante esplorarne le origini visto che nessuno lo aveva ancora fatto. Parte del suo mistero stava proprio nel non avere un’origine definita, quindi Silver Scott e io ci siamo seduti a scrivere una versione di come poteva essere prima che tutti lo conoscessimo. Abbiamo conservato certi elementi canonici e abbiamo ambientato la storia in una fatiscente Gotham City a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta, epoca a cui risalgono alcuni grandi studi di personalità del cinema che amo. L’abbiamo scritta pensando a Joaquin Phoenix perché quando recita è capace di trasformarsi e va sempre fino in fondo. Speriamo di aver creato un personaggio per il quale emozionarsi, per cui parteggiare, fino al punto in cui non sarà più possibile“.

© 2019 Warner Bros. Entertainment Inc. All Rights Reserved. TM & © DC Comics Photo Credit: Niko Tavernise

© 2019 Warner Bros. Entertainment Inc. All Rights Reserved. TM & © DC Comics – Photo Credit: Niko Tavernise

Riflettere sulla società

Reietto della società, Arthur Fleck impazzisce – la sua risata agghiacciante e il suo ghigno sono un indice di un profondo disagio intriore – e tutta la sua frustrazione diventa follia distruttiva. A vestire i panni di questo criminale schizofrenico, è stato uno strabiliante Joaquin Phoenix: “in Arthur invece vedo il disagio, risultato di prolungati traumi, famigliari, sociali” ha spiegato l’attore. Un malessere che si trasforma, attraverso una indimenticabile metamorfosi, in qualcosa di temibile. Joaquin Phoenix, riguardo al messaggio del film ha dichiarato: “vorrei che faccia ponderare, che sfidi il pubblico a ragionare di politica e di società. Non ci sono risposte facili alle domande che vi porrete, e non c’è un solo modo di guardare questo film. Ognuno di noi nel Joker vedrà qualcosa di diverso“.

“Ho sempre pensato alla mia vita come a una tragedia, adesso vedo che è una commedia”.

Joker