Tra Le Onde (1)

Tra Le Onde, il road movie di Marco Amenta è una favola nera

Tra le onde, per la regia di Marco Amenta, esce al cinema dal 1° dicembre dopo che lo scorso 23 novembre è stato presentato in concorso al RIFF – Rome Independent Film Festival, alla presenza del regista e della protagonista Sveva Alviti. Già in in concorso al Bif&st nella sezione ItaliaFilmFest, il film è stato girato tra Sardegna e Sicilia e vede nel cast Vincenzo Amato Sveva Alviti.

Tra Le Onde

Il film

Fra noir e melò, il film è un road movie che ha i toni di una moderna favola nera. Salvo (Vincenzo Amato) e Lea (Sveva Alviti), i due protagonisti, viaggiano nella notte immersi in una natura pietrosa e oscura. Quel viaggio nel crepuscolo che non sembra aver fine è un’occasione per confrontarsi sul loro passato, tra rancore e voglia di amore, ma lentamente la relazione tra Salvo e Lea diventa sempre più ambigua, enigmatica e oscura… Ciò che muove la storia narrata è anche un cadavere che affiora dalle onde davanti a Lampedusa, che rivela il tentativo fallito di cercare una vita migliore in Italia e che nasconde, nelle tasche dell’abito sgualcito e bagnato, frammenti di pensieri rivolti ad una donna a cui dedicava un amore intenso e a cui merita di essere ricongiunto. Ma chi è e dove si trova questa donna.

Tra Le Onde (3)

Marco Amenta racconta…

Tra le onde è un racconto enigmatico che si muove, tra atmosfere sospese, su diverse linee temporali. Un viaggio che porterà i due protagonisti a dover affrontare, una volta per tutte, i fantasmi del loro passato. Un film profondamente umano, dove tutto sembra rinviare a qualcosa di non detto e di allucinatorio. Così nel corso della storia siamo portati a chiederci cosa sia reale e cosa sia un inganno dell’inconscio, alternando thriller e love story in una notte che sembra non avere fine”.