p

Il 20° Festival del Cinema di Porretta festeggia la carriera di Gianni Amelio

Dal sabato 4 a sabato 11 dicembre a Porretta Terme ci sarà il 20° Festival del Cinema di Porretta, un’importante edizione che celebra il cinema libero, capace di essere indipendente, giovane, brillante e al tempo stesso impegnato e testimone del periodo storico che il Paese sta vivendo. Saranno in tutto 55 le proiezioni: 29 in presenza al Cinema Kursaal e 26 online sulla piattaforma MYMovies.it.

Alida Valli

Alida Valli

Alida Valli è la madrina

Come madrina della XX edizione e volto della locandina ufficiale del Festival del Cinema di Porretta è stata scelta Alida Valli, non solo per celebrarne i 100 anni dalla nascita, ma per rendere omaggio ad una donna libera che seppe resistere alle lusinghe del potere. Il suo carisma e il suo ruolo fondamentale per il cinema italiano verranno sottolineati anche dalla proiezione del docufilm Alida, per la regia di Mimmo Verdesca (Cinema Kursaal, sabato 11 dicembre alle ore 18.00 e su MYmovies). In collaborazione con la Cineteca di Bologna, che ha anche concesso l’immagine simbolo del FCP e altre a disposizione.

Gianni Amelio, premio alla Carriera

Il premio alla carriera verrà consegnato a Gianni Amelio, che sarà a Porretta domenica 5 dicembre alle ore 18.00 per un incontro con il pubblico, al termine della proiezione della versione restaurata di Lamerica, secondo appuntamento della rassegna monografica di 8 film che il festival gli ha dedicato quest’anno. Di Gianni Amelio, FCP riproporrà otto pellicole , rigorosamente in sala per festeggiare il ritorno definitivo e senza limitazioni nei cinema: Colpire Al Cuore (1983, sabato 4 dicembre), Lamerica (1994, domenica 5 dicembre), Porte Aperte (1990, lunedì 6 dicembre), L’Intrepido (2013, martedì 7 dicembre), Il Ladro Di Bambini (1992, mercoledì 8 dicembre), La Tenerezza (2017, mercoledì 8 dicembre), Così Ridevano (1998, giovedì 9 dicembre) e Le Chiavi Di Casa (2004, sabato 18 dicembre).

"Solo Con Tu Pareja"

“Solo Con Tu Pareja”

La prima volta di Alfonso Cuaron

Una prima italiana a cui sarà difficile rinunciare sarà quella di Solo Con Tu Pareja (1991), film d’esordio del pluripremiato regista Alfonso Cuaron incredibilmente mai visto in sala in Italia prima di oggi. L’occasione è la seconda edizione di La Prima Volta Di (I edizione nel 2020 con Fuga, 20026, di Pablo Larraín) che il FCP vuole dedicare al cineasta messicano quest’anno per i suoi luminosi trent’anni di carriera (Leone d’oro nel 2018 per Roma e 4 premi Oscar). Il film aprirà le proiezioni del festival sabato 4 dicembre alle ore 18.00, un orario scelto apposta per permettere agli spettatori di arrivare agevolmente anche in treno e magari godersi anche una passeggiata nei dintorni.

Il Concorso Fuori Dal Giro

In programma la IX edizione del concorso Fuori Dal Giro, appuntamento molto amato dagli spettatori del FCP, che quest’anno potranno godere di una programmazione contemporanea in sala e in streaming delle 5 pellicole selezionate tra quelle che hanno avuto una distribuzione minore nei cinema. E tornerà anche la Giuria di Giovani (circa una sessantina di studenti delle scuole del territorio) ad affiancare il voto del pubblico. Questi i titoli in programma: Occhi Blu di Michela Cescon, Fortuna di Nicolangelo Gelormini, La Santa Piccola di Silvia Brunelli, Hands of God di Riccardo Romani, Polvere di Antonio Romagnoli

(Teche Rai)

“Per Lucio” (Teche Rai)

Focus Emilia Romagna

La sezione Focus Emilia-Romagna proporrà, come nella passata edizione anche una scelta di pellicole realizzate in regione (Let’s kiss – Franco Grillini: Storia Di Una Rivoluzione Gentile, di Filippo Vendemmiati; Per Lucio, di Pietro Marcello; Il Mostro della Cripta di Daniele Misischia) e da il via anche alla nuova collaborazione con SHORTer Emilia Romagna Film Festivals Network, rete di 12 tra i festival della Regione Emilia Romagna, insieme a cui verranno presentati 5 cortometraggi.

La terza edizione del Premio Elio Petri

Terzo anno per il Premio Elio Petri che nel 2021 amplierà il suo raggio, attribuendo oltre al consueto premio per il film opera prima o seconda scelto tra i 6 in lizza anche un nuovo premio alla carriera. Ecco i 6 film che concorreranno per il Premio all’Opera Prima o Seconda:
I Giganti di Bonifacio Angius; Californie di Alessandro Cassigoli e Casey Kaufmann; Il Legionario di Hleb Papou; Brotherhood di Francesco Montagner; Atlantide di Yuri Ancarani; Europa di Haider Rashid. La giuria si conferma nella sua formazione dello scorso anno: presieduta da Walter Veltroni, è composta da Steve Della Casa, David Grieco, Giacomo Manzoli, Alfredo Rossi, Paola Pegoraro Petri e Jean A. Gili. (ulteriori dettagli nel cs dedicato presente in cartella stampa).

"Futura"

“Futura”

Eventi collaterali e territorio

L’attenzione al territorio è anche uno dei concetti chiave intorno a cui si costruisce il Festival, fra cui Il Cinema Diffuso è un progetto prioritario per il FCP. Un modo per continuare a valorizzare le sale dell’Appennino e conservarle vive e vivaci, mettendo contemporaneamente in luce l’attività legata alla settima arte su questo territorio. Un passo molto concreto di questo intento sarà il nuovo schermo del cinema Kursaal appena montato come regalo dal Festival del Cinema di Porretta. E la proiezione a Vidiciatico, al Cinema La Pergola di uno dei film del ciclo dedicato ad Amelio. Non mancano anche due appuntamenti con le SCUOLE: lunedì 6 dicembre, alle ore 11.00, in esclusiva per le classi che hanno aderito all’iniziativa, al Cinema Kursaal verrà proiettato il documentario Futura, l’indagine sull’idea di futuro che i giovani mostrano di avere, realizzato da Pietro Marcello, Francesco Munzi e Alice Rohrwacher. Mentre martedì 7 dicembre, Monica Manganelli, la pluripremiata regista, visual artist e scenografa di Parma, racconterà alla platea di studenti la sua visione dei mestieri del cinema.

Info programma completo: www.porrettacinema.com