ACID_RAIN_1

Il Concorto Film Festival festeggia la maggiore età

Dal 17 al 24 agosto torna il Concorto Film Festival, la rassegna internazionale di corti giunta alla maggiore età con la diciottesima edizione, che si terrà come di consuetudine a Pontenure, in provincia di Piacenza, nella tradizionale cornice del Parco Raggio.
Bavure

Bavure

Sono 49 i film in selezione, fra cui 13 prime italiane, provenienti da 30 diversi Paesi, selezionati per partecipare al Festival e che si contenderanno il prestigioso Asino d’Oro, il premio per il miglior film che verrà assegnato da una giuria internazionale composta da Alexander Stein, festival producer e direttore organizzativo di Interfilm Berlin, festival di cortometraggi partner di Concorto, giunto alla 35a edizione; Emilia Mazik, direttrice artistica di Short Waves Festival Poznan, Polonia (altro festival partner di Concorto); Sigrid Hadenius, festival producer e selezionatrice dell’Uppsala Film Festival, Svezia, giunto alla 37a edizione; Neil Young, giornalista e critico cinematografico di Hollywood Reporter e Sight&Sound, membro di FIPRESCI; e Violetta Bellocchio, scrittrice e giornalista.
Memorable

Memorable

Il cinema sarà protagonista assoluto della settimana concortiana dove, oltre ai film in concorso, sarà possibile vedere pellicole all’interno di focus tematici che nel corso degli anni hanno contribuito a rafforzare l’identità del Festival e la sua visione internazionale, ampliando gli orizzonti cinematografici del pubblico, introducendolo a filmografie estere. Per questa edizione si sono scelti due Paesi vicini: la Russia, con la sua interessante cinematografia contemporanea, ed il Portogallo, con i suoi nuovi sguardi che arrivano dal suo cinema. A completare l’offerta, i focus Absolute Beginners/A Coming-Of-Age (focalizzato su una crescita individuale psicologica e morale in un passaggio dalla giovinezza alla maturità), Uncanny Valley/La Valle Perturbante (una valle che anche l’industria cinematografica sta attraversando: in un mondo dove si parla sempre più spesso di virtuale, il cinema è l’arte che, più di tutte, si avvicina a questo concetto) e Supernature (dedicato alla relazione uomo-natura). Due le rassegne da non perdere: la consolidata Deep Night, lo spazio concortiano dedicato al mondo dell’horror e del fantastico proiettato all’interno della suggestiva Serra del Parco Raggio, e l’attesa UBIK, dove trovano spazio le opere dal linguaggio più innovativo.

Olla

Olla

Saranno 6 i cortometraggi di Cannes presentati in prima italiana: Olla di Ariane LabedShe Runs di Yang Qiu, Héctor di Victoria Giesen CarvajalInvisível Herói di Cristele Alves MeiraLucia en el limbo di Valentina Maurel e Community Gardens di Vytautas Katkus. Fra le pellicole in concorso, oltre a Olla, film d’esordio alla regia dell’attrice Ariane Labed, già vincitrice della Coppa Volpi a Venezia per la migliore interpretazione femminile nel film Attenberg di Athina Rachel Tsangari, sono da ricordare: Gli Anni (The Years) di Sara Fgaier, vincitore EFA 2019 come miglior cortometraggio europeo; Bavure di Donato Sansone, regista italiano di animazioni conosciuto in tutto il mondo; Mémorable di Bruno Collet, vincitore al Festival di Annecy, la più importante rassegna di cinema d’animazione del mondo.

Programma completo disponibile sul sito www.concortofilmfestival.com dal 10 agosto.