GG mezzobusto

CAMERABOOK – Gerardo Guerrieri, un grande intellettuale del Novecento

OmaggioGuerrieri copertina libroTrent’anni fa moriva Gerardo Guerrieri, un intellettuale fra i più importanti del mondo del teatro tra gli anni 40 e gli anni 80 del Novecento, sceneggiatore per De Sica, dramaturgo per Visconti, direttore della collana di teatro Einaudi assieme a Paolo Grassi, ideatore, con la moglie Anne d’Arbeloff, del Teatro Club, la prima associazione che ha realizzato Festival internazionali di teatro in Italia; critico e saggista nei “paesi” del teatro. A un mese dall’inaugurazione del Centro per la Creatività Gerardo Guerrieri di Grottole, in Basilicata, e dall’annuncio della prossima realizzazione del Centro Multiculturale Guerrieri a Matera, entro il 2019, lunedì 23 maggio (ore 18) nel Foyer del Teatro Valle sarà l’occasione per parlare del nuovo libro-biografia Omaggio a Gerardo Guerrieri. Riscoperta di un Grande Intellettuale del Novecento, a cura di Selene Guerrieri (figlia maggiore di Gerardo Guerrieri), edizioni Magister. Durante l’evento saranno presentati anche i progetti in corso: il film documentario Gerardo Guerrieri diretto da Fabio Segatori con interviste ad alcuni tra i più grandi uomini di teatro della scena internazionale, la riproposta con le nuove tecnologie dell’ultimo lavoro di Guerrieri, una multivisione sulla Cappella Sistina con la consulenza scientifica di Claudio Strinati, le ricerche e le pubblicazioni avviate per promuovere la conoscenza della figura di Gerardo Guerrieri tra le nuove generazioni.

Guerrieri con Arthur Miller, 1981

Guerrieri con Arthur Miller, 1981

L’incontro, moderato da Stefano Geraci, assieme a Selene Guerrieri, vedrà gli interventi di alcuni fra coloro che hanno contribuito al volume o hanno lavorato con Guerrieri: lo stesso Stefano Geraci, docente di Roma 3, fra coloro che hanno maggiormente studiato la figura di Guerrieri; Paola Bertolone, Rocco Brancati, Stefania Chinzari, Paola Columba, Vanessa Polselli. Verrà proiettato il promo del film Gerardo Guerrieri di Fabio Segatori, alla presenza del regista. Interverranno Claudio Strinati e Tommaso Strinati che parleranno dell’ultimo lavoro di Guerrieri sulla Cappella Sistina e del progetto di rivisitarlo con le nuove tecnologie in occasione di Matera Capitale della Cultura 2019. Sarà presente Anne d’Arbeloff. Tra gli interventi, il direttore del Teatro di Roma Antonio Calbi e lo scrittore e critico Masolino D’Amico.  Alcuni attori della Scuola di recitazione del Teatro di Roma, dove il 26 ottobre del 1965 andò in scena un celebre Giardino dei Ciliegi cechoviano diretto da Visconti con la traduzione di Gerardo Guerrieri, leggeranno brani dai testi di Guerrieri.