Hello Apartment 0

Dakota Fanning, esordio registico in Hello Apartment

Oggi a Venezia ai Venice Days – Giornate Degli Autori, verrà presentato Hello Apartment, l’esordio registico dell’attrice Dakota Fanning. Si tratta di un cortometraggio – nella sezione Miu Miu Women’s Tales – che ha come interpreti: Eve Hewson, Tom Sturridge e Christina Rouner.

Hello Apartment

Ava (Eve Hewson) entra per la prima volta nel loft a Brooklyn, completamente vuoto. Ridipinto di fresco, ma dall’aria vissuta. Attraverso le grandi finestre, la luce del sole inonda il pavimento in legno che mostra i segni dell’usura lasciati dagli inquilini precedenti. Ava si siede. Ora questa è casa, la sua casa. Qui è dove incontrerà un ragazzo e si innamorerà. Qui è dove verrà versato del vino durante una festa. Qui è dove si urleranno contro e decideranno che è tutto finito. L’appartamento diventerà testimone della storia personale di Ava – la sua gioia e la sua tristezza, le speranze e le delusioni – il genere di spazio universale nel quale tutti ci ritroviamo nel corso dell’evoluzione verso l’età adulta. «La storia si ispira alla mia prima casa, quella dove vivo tuttora – racconta Dakota Fanning è un vero e proprio santuario delle esperienze. Ho molta difficoltà ad abbandonare le cose. Cosa accadrà a tutti quei ricordi? Avevo bisogno di provare un piccolo brivido di paura».

Eve Hewson in "Hello Apartment"

Eve Hewson in “Hello Apartment”

La Quietud

Sempre oggi alla 75. Mostra del Cinema di Venezia verrà presentato – Fuori Concorso – La Quietud di Pablo Trapero, un dramma al femminile con Martina Gusman, Bérénice Bejo e Graciela Borges. Dopo lunghi anni di assenza, e a seguito dell’ictus di suo padre, Eugenia ritorna a La Quietud, la tenuta di famiglia vicino a Buenos Aires, dove ritrova la madre e la sorella. Le tre donne sono costrette ad affrontare i traumi emotivi e gli oscuri segreti del passato che hanno condiviso sullo sfondo della dittatura militare. Emergono rancori sopiti da tempo e gelosie, il tutto amplificato dall’inquietante somiglianza fisica tra le due sorelle.

Berenice Bejo ne "La Quietud"

Berenice Bejo ne “La Quietud”

Questo è un film intimo sull’universo femminile e la sorellanza – racconta Traperogirato in un’enorme, magnifica tenuta di campagna chiamata La Quietud. Un’atmosfera piena di ricordi, un presente ostile e segreti che erano rimasti sepolti per anni interferiscono con le scene e con i legami tra i personaggi. Il film invita gli spettatori a condividere le peculiarità dei protagonisti, la loro storia e il loro ambiente, e a immergersi nei labirinti emotivi di questi disperati e magnifici personaggi”.