richard-attenborough-dies-at-90_n9e9 - Copia (2)

È volato in cielo Richard Attenborough, l’uomo delle meraviglie

Ancora cinque giorni e avrebbe compiuto 91 anni Sir Richard Attenborough, che si è da poco spento a Londra, indimenticabile uomo di cinema, grande attore e regista vincitore del premio Oscar (Miglior Film e Regia) nel 1983 con il film Gandhi. Nato a Cambridge nel 1923, Attenborough esordì in giovane età in teatro per poi approdare nella settima arte, spesso come caratterista. Si ricordano le sue interpretazioni ne La Grande Fuga, con Steve McQueen (1963) e ne Il Volo della Fenice, al fianco di James Stewart (1965). Vinse due Golden Globes come attore (per Il Dottor Doolittle The Sand Pebbles) ed uno come regista (Oh! What A Lovely War). Sempre dietro la macchina diresse nel 1992 Chaplin.

Richard Attenborough con i due Oscar per "Gandhi"

Richard Attenborough con i due Oscar per “Gandhi”

Immediati e indelebili nell’immaginario collettivo restano però due film in cui i suoi occhi dolci sono riusciti a far sognare e meravigliare grandi e piccini: vi stiamo parlando di Jurassic Park in cui vestì i panni del miliardario e visionario John Hammond, e di Miracolo nella 34ma Strada, in cui diventò Santa Claus. In quei suoi due personaggi, capaci di far rivivere i dinosauri e di credere fortemente ed eternamente nello spirito del Natale, c’è stata tutta l’anima di Sir Richard.

Quando dispero, io ricordo che nel corso di tutta la storia la via dell’amore e della verità ha sempre trionfato. Ci sono stati tiranni e macellai, e per un po’ possono sembrare invincibili, ma la conclusione è che cadono sempre. Riflettici. Sempre.

Da “Gandhi”