Il Grinch 1

Il Grinch, il mostro che odia il Natale è tornato!

Era il Natale del 2000 quando al cinema arrivava Il Grinch, il film, tra commedia e fantastico, diretto niente meno che da Ron Howard con protagonista un mostro, peloso, ripugnante e tutto verde, il Grinch, appunto. Ad interpretarlo uno straordinario Jim Carrey, perfido e divertente allo stesso tempo, e (solo all’apparenza) visivamente irriconoscibile grazie ad un costume ed un trucco da premio Oscar (l’unico che si aggiudicò la pellicola). Oggi, quasi vent’anni dopo, Il Grinch torna al cinema il 29 novembre in una versione nuova e interamente animata, diretta da Scott Mosier e Yarrow Cheney.

Il profetico testo del Dr. Seuss

Quello diretto nel 2000 da Ron Howard era il primo adattamento per il grande schermo dell’omonimo libro scritto dal Dr. Seuss nel 1957. How the Grinch Stole Christmas!, questo il titolo in lingua originale, è un racconto fantasy per bambini scritto in versi in rima ed arricchito di illustrazioni realizzate dallo stesso autore. In Italia la prima edizione venne pubblicata proprio nel 2000, in concomitanza con l’uscita del film. La storia si basa fedelmente sul libro del Dr. Seuss, un testo che, già oltre 60 anni fa, criticava la spasmodica commercializzazione del Natale.

Il Grinch 2

Il nuovo Grinch

Il Grinch è un cinico brontolone che vive una vita solitaria in una grotta sul Monte Crumpet, insieme al fedele cane Max, la sua unica compagnia. Con una grotta piena di strane invenzioni e complicati aggeggi che utilizza per le sue necessità quotidiane, il Grinch ogni tanto scende nel paese dei Nonsochi, solo perché costretto a fare la spesa una volta terminate le proprie scorte di cibo. Infastidito dalle celebrazioni natalizie sempre più fastose, luminose e rumorose della comunità dei Nonsochi, un giorno decide di rubare il Natale, l’unico modo che lui concepisce per proteggere la propria pace e tranquillità. Per fare ciò, decide che si travestirà da Babbo Natale la notte della vigilia, arrivando addirittura ad intrappolare una renna apatica e disadattata per farle tirare la slitta. Ma anche i mostri hanno un cuore. Così alla fine il Grinch si lascerà commuovere dal generoso spirito natalizio di una ragazzina, Cindy-Lou, e cambierà idea.

Il Grinch 3

L’indomabile forza dell’ottimismo

Doppiato in italiano da Alessandro Gassmann (nella versione originale è stato Benedict Cumberbatch a prestare la voce al protagonista), il Grinch rappresenta tutti coloro che odiano il Natale, una festa sempre più commercializzata e svuotata di significato. Ma che alla fine – e non potrebbe essere altrimenti – contagia tutti, anche lui: dopo tutto Il Grinch è una storia universale sullo spirito del Natale e sull’indomabile forza dell’ottimismo.

Giacomo Aricò