La Voce Del Padrone Franco Battiato (2)

La Voce Del Padrone, viaggio di Marco Spagnoli nella vita e nella musica di Franco Battiato

Dopo essere stato presentato in anteprima al 68° Taormina Film Fest, solo dal 28 novembre al 4 dicembre arriva nelle sale Franco Battiato – La Voce Del Padrone, il documentario diretto da Marco Spagnoli che un viaggio nella musica e nella vita di Franco Battiato, attraverso le sue esibizioni più significative, immagini di repertorio e preziose testimonianze ci restituiscono la sua storia, la sua personalità e la sua eredità artistica e intellettuale. 

Il documentario

Un viaggio musicale. Un viaggio fisico, ma anche ideale, da Nord a Sud dell’Italia per raccontare Franco Battiato e la sua influenza sulla cultura del nostro paese, attraverso testimoni d’eccezione che ci restituiscono la storia e la personalità di Battiato. Un racconto che, tra arte e memoria, non solo renda omaggio alla storia del musicista e del suo storico album ‘La Voce del Padrone’, ma riesca anche a celebrare l’eredità morale ed estetica di questo cantautore unico.

Ad accompagnare lo spettatore in questo viaggio è Stefano Senardi, tra i più grandi produttori discografici italiani, autore del film insieme al regista, e caro amico di Franco Battiato. Partendo da Milano e arrivando fino a Milo, nella casa di Franco Battiato, Senardi incontra personalità molto diverse: Alice, Riccardo Bertoncelli, Massimo Bonelli, Padre Guidalberto Bormolini, Paolo Buonvino, Giada Casagrande, Juri Camisasca, Caterina Caselli, Francesco Cattini, Francesca Chiappetta, Grazia Coccia, Carmen Consoli, Willem Dafoe, Filippo Destrieri, Eugenio Finardi, Corrado Fortuna, Susan Lovegove Graziano, Carlo Guaitoli, Mara Maionchi, Roberto Masotti, Francesco Messina, Vincenzo Mollica, Nanni Moretti, Morgan, Claudio Pascoli, Giacomo Pellicciotti, Pino Pischetola Pinaxa, Alberto Radius, Andrea Scanzi, Donato Scolese, Bruno Tibaldi, Oliviero Toscani e Corrado Fortuna.

La Voce Del Padrone Franco Battiato (1)

Marco Spagnoli racconta…

Franco Battiato è stato e rimarrà un artista unico da tanti punti di vista che la presenza di Stefano Senardi aiuta ad inquadrare sotto diversi aspetti: umano, artistico, amicale, intimo. Un viaggio fisico e spirituale è quello che fa Senardi e ad accompagnarlo troviamo personalità strepitose dell’entertainment italiano ed internazionale che, per la prima volta, elaborano dinanzi alla macchina da presa una riflessione sul perché e sul come sono stati anche loro protagonisti del lavoro e della vita di Battiato”.