Un Natale al Sud 0

Massimo Boldi stavolta passa Un Natale al Sud

Federico Marsicano ha diretto Un Natale al Sud, la nuova commedia guidata da Massimo Boldi che è nelle sale da giovedì 1° dicembre. Al suo fianco, altri veterani del genere, come Biagio Izzo, Enzo Salvi e Paolo Conticini.


La storia di Peppino (Massimo Boldi), maresciallo dei carabinieri in un paese su un lago lombardo, e di sua moglie Bianca (Debora Villa) che fanno amicizia in una chiesa di montagna con una coppia di turisti napoletani, Ambrogio e Celeste (Biagio Izzo e Barbara Tabita) e scoprono che i rispettivi figli Riccardo (Riccardo Dose) e  Simone (Simone Paciello) sono accomunati dal vivere entrambi delle relazioni solo virtuali via chat con due ragazze che abitano in città diverse e che non hanno mai incontrato di persona. Una volta scoperto che i due diversi fidanzamenti sono avvenuti tramite la chat di incontri Cupido 2.0 i quattro genitori decidono di aiutare i loro ragazzi a trasformare le loro relazioni da virtuali in reali iscrivendoli a loro insaputa ad un meeting previsto in Puglia, al Resort Canne Bianche di Fasano, a cui loro stessi si ripromettono di partecipare.

Gli altri personaggi della storia sono tutti legati per qualche motivo alla chat, si incontrano al raduno e si conoscono dando vita ad una serie di equivoci comici che uniscono le varie vicende, si ritrovano nel resort in Puglia o per trovare l’anima gemella o per motivi di lavoro come Eva (Anna Tatangelo) che è una bellissima fashion blogger e (Paolo Conticini), un noto “influencer”, cioè un utente con migliaia di seguaci sparsi sui vari social network che dispensa consigli per tutto quello che riguarda la bellezza.

Un Natale al Sud 1

Massimo Boldi con Enzo Salvi e Biagio Izzo

Federico Marsicano ha spiegato che Natale al Sud aspira “ad essere anche una commedia romantica, direi comica e romantica insieme, un po’ come lo sono quelle americane con Ben Stiller che io prediligo da sempre dove ad esempio oltre alla comicità demenziale/surreale c’è sempre del cuore e del romanticismo e funzionano sempre benissimo”.