Buongiorno Mamma 1

Raoul Bova padre di famiglia nel family drama Buongiorno, Mamma!

Mercoledì 21 aprile, in prima serata su Canale 5 arriva la nuova serie tv Buongiorno, Mamma!, il family drama scritto da Elena Bucaccio (insieme a Lea Tafuri e Leonardo Valenti) diretto da Giulio Manfredonia e Matteo Mandelli che vede protagonista Raoul Bova. La serie, composta da 12 episodi per un totale di 6 serate, è inoltre interpretata da: Maria Chiara Giannetta, Serena Autieri, Erasmo Genzini, Elena Funari, Matteo Oscar Giuggioli, Ginevra Francesconi, Marco Valerio Bartocci, Beatrice Arnera, Stella Egitto, Barbara Folchitto, Filippo Gili e Domenico Diele.

La serie

Buongiorno, Mamma! è ambientata sul lago di Bracciano ai giorni nostri e racconta la storia della famiglia Borghi, una famiglia normale con qualcosa di speciale. Anna (Maria Chiara Giannetta) è una mamma molto particolare, nonostante tutto sempre a fianco del marito Guido (Raoul Bova) e dei loro quattro figli: Francesca (Elena Funari), Jacopo (Matteo Oscar Giuggioli), Sole (Ginevra Francesconi) e Michele. L’apparente tranquillità dei Borghi viene compromessa dall’arrivo di Agata (Beatrice Arnera), una misteriosa ragazza alla ricerca della verità sul suo passato legato alla giovinezza di Anna e Guido. È la voce off di Anna a lanciare il tema di ogni episodio, una sorta di teaser degli avvenimenti che verranno raccontati.

Buongiorno, Mamma! ci porta avanti e indietro nel tempo per raccontare ogni personaggio, con le sue gioie e i suoi dolori, con le sfide del crescere e il trovarsi a volte a fare dei passi indietro. È un viaggio coinvolgente tra lacrime e risate, tra passato e presente, ricco di mistero. Un grande racconto familiare dove il percorso di ogni personaggio è un viaggio emozionante alla scoperta di se stessi.

Buongiorno Mamma 0

Elena Bucaccio racconta…

Ci sono storie che sono tue ancora prima di scriverle. La storia di Anna e della sua famiglia è una di quelle. Una storia che si svela nel tempo. C’è amore, ma anche mistero. E soprattutto, c’è un prima e c’è un dopo. La storia si snoda infatti su diversi archi temporali: nel passato la storia d’amore tra Guido ed Anna, la nascita dei figli, le scelte che hanno fondato la loro famiglia. Vedremo Anna oggi, una mamma presente in un “modo molto speciale” (è in questo modo speciale la vera novità della serie!), e la scopriremo nel suo passato, quando era giovane, piena di voglia di vivere, di conflitti e ribellione. Perché le famiglie non sono linee che procedono parallele verso il futuro, ma gomitoli intrecciati nei quali non esiste un io e un tu, un prima e un dopo, ma soltanto un magma incasinato e scomposto. Ed è questo magma che vorremmo raccontare“.