The Ghost of Peter Sellers 0

The Ghost of Peter Sellers, il racconto tragicomico di Peter Medak

Alle Giornate Degli Autori di Venezia (i Venice Days), oggi, come Evento Speciale, verrà presentato The Ghost of Peter Sellers, il docmentari diretto da Peter Medak incentrato su uno dei re della commedia americana, Peter Sellers.

The Ghost of Peter Sellers 1

Nel 1973 Peter Sellers recitò in una commedia sui pirati per la Columbia Pictures (Ghost in the Noonday Sun). Ma perse immediatamente interesse nei confronti del film al punto da sabotarlo, facendo licenziare i produttori e poi rivoltandosi contro il suo amico regista, Peter Medak. Oltre a essere la storia di una produzione sgangherata, questo documentario è anche il racconto di un giovane regista che camminava ad ampie falcate verso la gloria.

Medak, in precedenza, aveva inanellato, uno dopo l’altro, tre successi, tra cui The Ruling Class (La Classe Dirigente) nel 1972 con Peter O ‘Toole. Il film sui pirati cambiò la sua carriera per sempre. Dopo quarantacinque anni le ferite sono a malapena rimarginate e per Medak si presenta l’opportunità di raccontare quella vicenda e di liberarsi del peso di quel fallimento. The Ghost of Peter Sellers è un film tragicomico su ciò che occorre per essere un regista e per sopravvivere al tuo più grande disastro.

The Ghost of Peter Sellers 2

Peter Medak racconta:

«Fare questo documentario è stato probabilmente il più folle esercizio della mia carriera. Nel senso che mi ha spinto a cercare nel profondo e a viaggiare nei ricordi della peggiore esperienza professionale di tutta la mia vita, mi ha costretto a rivivere tutti quei momenti camminando sulla mia stessa ombra per capire cosa accadde in quel film di quarantasei anni fa. Peter Sellers e Spike Milligan erano allora due geni della comicità e dunque avrei dovuto realizzare una delle migliori commedie di tutti i tempi. Al contrario, fu un miserabile disastro che mi ha perseguitato per il resto della mia vita. The Ghost of Peter Sellers è un viaggio davvero emozionante in cui non mi sarei mai voluto imbarcare…ma sono così contento di averlo fatto».