22 July 0

VENEZIA 75 – Il 22 Luglio di Oslo visto da Paul Greengrass e il Nuestro Tiempo di Carlos Reygadas

Tratto dal romanzo One of Us di Åsne Seierstad, verrà presentato oggi in Concorso alla 75. Mostra del Cinema di Venezia 22 July, il film di Paul Greengrass che ripercorre la tragedia accaduta a Oslo in quella data memorabile nel 2011 (nel cast: Anders Danielsen Lie, Jonas Strand Gravli, Jon Øigarden, Isak Bakli Aglen, Seda Witt, Maria Bock, Thorbjørn Harr). In gara ci sarà anche Nuestro Tiempo, il film diretto e interpretato da Carlos Reygadas.

"22 July"

“22 July”

22 July

Paul Greengrass racconta la vera storia delle conseguenze del peggior attacco terroristico perpetrato in Norvegia. Il 22 luglio 2011, un estremista di destra uccise 77 persone facendo esplodere un’autobomba a Oslo, prima di compiere un omicidio di massa in un campeggio di adolescenti. 22 July segue il viaggio fisico ed emotivo di un sopravvissuto e narra la strada intrapresa dalla nazione per cercare di riprendersi e trovare la riconciliazione.

Paul Greengrass ha osservato: “il cinema include forme e soggetti diversi, ma ha sempre per tema la nostra umanità. Può mostrarci amore e meraviglia, trovare verità e bellezza nei momenti privati più minuti o intrattenerci con lo spettacolo magnifico di mondi immaginari. Qualche volta, però, il cinema deve guardare con coraggio e risolutezza il mondo così com’è, come si muove, dove va e come possiamo affrontarlo. Sono partito da questa idea per raccontare la storia della reazione norvegese all’attacco terrorista di destra del 22 luglio 2011”.

Nuestro Tiempo

“Nuestro Tiempo”

Nuestro Tiempo

Nel Nuestro Tiempo di Carlos Reygadas, vediamo una famiglia che vive nella campagna messicana allevando tori da combattimento. Esther si occupa della gestione del ranch, mentre suo marito Juan, un poeta di fama mondiale, alleva e seleziona gli animali. Quando Esther si infatua di un addestratore di cavalli di nome Phil, la coppia lotta per superare la crisi. Il regista ha sottolineato: “quando amiamo qualcuno, quello che vogliamo più di tutto è veramente la sua felicità? Oppure solo nella misura in cui questo implicito atto di generosità non richieda troppo da parte nostra? In altre parole: l’amore è una questione relativa?”.